'La Toscana non si Lega', il movimento delle sardine organizza la piazza di Firenze

In piazza della Repubblica la tappa fiorentina del movimento nato in Emilia Romagna

Galleria immagini

363 Visualizzazioni

giovedì 21 novembre 2019 18:55

Sardine a raccolta a Firenze. Ha una data e una piazza la protesta fiorentina delle sardine, il movimento nato a Bologna, dove migliaia di persone in piazza Maggiore hanno preso parte ad un flash mob di contestazione all'iniziativa elettorale della Lega di Matteo Salvini.


Dopo aver replicato a Modena, il 'movimento delle sardine' organizza un appuntamento anche a Firenze. Sarà piazza della Repubblica ad accogliere "La Toscana non si lega", in programma sabato 30 novembre dalle 18.30.


Proprio il 30 dovrebbe infatti svolgersi a Firenze un appuntamento elettorale, in vista delle regionali toscane, con Matto Salvini.


"Perché Salvini può dire che prenderà la Toscana e tutti noi stiamo zitti? Incontriamoci in Piazza, decidiamo quale e arriviamo da tutta la Toscana. Per incontrarci, stare insieme come Comunità oltre bandiere e partiti. Senza violenza e odio, senza fumogeni o sassi. Nel segno del BeneComune, della Solidarietà e del Futuro della nostra Toscana. Uniamoci come un banco di sardine", così si legge nell'evento Facebook dedicato alla manifestazione, al quale, stando ai numeri dell'evento, hanno aderito più di 30mila persone.


Quella delle sardine è l'immagine scelta dagli organizzatori della piazza di Bologna, i quattro giovani Mattia, Roberto Giulia e Andrea.


"La Sardina è un pesce muto, che non grida come gli urlatori del web e dei comizi, ma che sta in banco ovvero in tanti, stretti stretti, più di loro! Insieme con la voglia di non restare indifferenti, non per protagonismo, ma per spirito di partecipazione e di Comunità. La Toscana non abbocca e non scende in piazza contro qualcuno ma per un'idea opposta, scendiamo in piazza non per un Capo ma per una Comunità. Per rivendicare i valori della nostra Costituzione. Questa è un'idea, per diventare realtà ha bisogno di tutti. Chi si unisce?", si legge ancora nell'evento, dove viene specificato di non portare bandiere o simboli di partiti/associazioni.


Piazze senza bandiere quelle delle sardine, il cui movimento si è intanto organizzato a livello nazionale con una pagina Facebook, 6000 sardine, dove è stato pubblicato anche una sorta di manifesto, che inizia così: "Cari populisti, lo avete capito. La festa è finita. Per troppo tempo avete tirato la corda dei nostri sentimenti. L’avete tesa troppo, e si è spezzata. Per anni avete rovesciato bugie e odio su noi e i nostri concittadini: avete unito verità e menzogne, rappresentando il loro mondo nel modo che più vi faceva comodo. Avete approfittato della nostra buona fede, delle nostre paure e difficoltà per rapire la nostra attenzione. Avete scelto di affogare i vostri contenuti politici sotto un oceano di comunicazione vuota. Di quei contenuti non è rimasto più nulla”.


In vista dell'evento fiorentino del 30, è stata organizzata un'assemblea di coordinamento, sabato 23 novembre in piazza Santissima Annunziata, alle 15.30.
 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.