Rinnovo e tutela della pioppeta del Galluzzo, 180 alberi e un sistema drenante

Cronaca
09/09/2019

Al via l’intervento per gestire il rischio di infezioni alle radici delle vecchie piante

Si rinnova la pioppeta del Galluzzo per tutelare il complesso delle alberature dei giardini di viale Tanini

 

Tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre, saranno piantati 180 nuovi alberi che andranno in parte a sostituire le piante nella porzione più umida dell’area, maggiormente esposte al rischio di infezioni alle radici, a causa della naturale abbondante presenza di acqua nei terreni della zona. L’intervento per ‘perpetuare’ la pioppeta prevede la sostituzione, che inizia questa mattina con i primi abbattimenti, rende noto il Comune di Firenze, dei 123 pioppi un tempo utilizzati per la produzione di cellulosa e ‘stramaturi’ da più di vent'anni. Gli alberi saranno sostituiti con altrettante nuove piante della stessa specie di altezza di 2,5-3 metri, alle quali si aggiungeranno 57 nuovi pioppi, per un totale di 180 alberi.

 

Secondo quanto relazionato dalla direzione Ambiente, le piante da sostituire, in classe di pericolosità C, tendono rapidamente a evolvere verso la classe D proprio a causa dello stato del loro apparato radicale, fortemente esposto alle infezioni cariogene: il degrado più accelerato delle radici rispetto al normale è legato alla conformazione naturale del terreno della zona, più propensa al ristagno delle acque. Proprio per tutelare l’apparato radicale dei nuovi alberi, sarà inoltre realizzato un nuovo sistema drenante che consentirà di facilitare il deflusso delle acque, si legge sempre nel comunicato del Comune di Firenze. 

 

L’investimento previsto è di 150mila euro, incluse le opere di drenaggio. 
 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.