Vis Art

Firenze, canina abbandonata dà alla luce 8 cuccioli al Parco degli animali

I cuccioli dopo le visite e lo svezzamento saranno pronti per essere adottati

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 26 novembre 2022 10:57

Al Parco degli animali sono nati 8 cuccioli. La madre, una giovane canina di due anni, era stata trovata abbandonata a Montelupo e portata al canile fiorentino lo scorso 31 ottobre. I piccoli, 5 maschi e 3 femmine, dopo le visite e lo svezzamento saranno pronti per essere adottati, tra circa due mesi. 

 

“L’abbandono degli animali - sottolinea l’assessore all’ambiente Andrea Giorgio - è una piaga non solo in estate ma durante tutto l’anno, da parte di padroni spesso improvvisati che non si rendono conto che un animale non è un giocattolo ma un componente della famiglia e non si può scartare quando non ci piace più o ci intralcia”.

 

Al canile comunale vengono raccolti in media 100 cani l’anno, da Firenze e dai 20 comuni convenzionati. I gatti senza padrone vengono invece gestiti dalle colonie feline. 

 

“Per fortuna - continua Giorgio - i fiorentini che amano davvero gli animali sono moltissimi e già cento sono quelli in lista di attesa per un cucciolo o un animale già adulto. Gli operatori del Parco smistano le varie richieste combinando le esigenze delle persone che desiderano adottare e le caratteristiche degli animali. Adottare un cucciolo può sembrare la scelta più facile ma introdurre in famiglia un cane già grande e con un carattere definito spesso è la soluzione più azzeccata. Un sincero grazie va a tutta la squadra che si occupa del Parco degli animali: fanno un lavoro straordinario lontano dai riflettori, animati solo dall’amore per gli animali”.


Per informazioni e adozioni https://ambiente.comune.fi.it/parco-degli-animali

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.