Vis Art

Rider, accordo Just Eat-sindacato: dai kit di pronto soccorso alle toilette dei ristoranti

Accordo siglato tra Filt Cgil e azienda a Firenze. 'Passo avanti nelle condizioni di lavoro dei rider'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 16 giugno 2022 18:29

Un accordo tra Just Eat e sindacato. I rider di Just Eat a Firenze la possibilità di medicarsi prontamente in caso di cadute o infortuni di lieve entità grazie a dei kit di pronto soccorso, potranno avere delle scontistiche in attività convenzionate, avranno degli spazi dove potersi riposare al coperto, avranno modo di accedere ai servizi igienici e ricaricare i propri device. Inoltre, un lavoratore, per la prima volta in Italia, parteciperà al corso di formazione obbligatorio per chi ricopre il ruolo di Rls (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza). Infine, è iniziato un confronto sui protocolli da seguire in caso di meteo avverso a causa delle alte temperature.

 

Sono alcuni dei risultati dell'accordo siglato tra Filt Cgil e azienda a Firenze.

 

“Questi buoni risultati segnano un passo avanti nelle condizioni di lavoro dei rider – dicono Monia Rialti e Stefano Gorelli di Filt Cgil Firenze – e stanno a dimostrare che un corretto rapporto di relazioni industriali, basato sul rispetto delle parti e votato al costante confronto, nonostante le molte criticità ancora presenti sia normative che economiche, sia la strada maestra da seguire per migliorare le condizioni dei lavoratori mantenendo il modello adottato sostenibile, con tutele e diritti impensabili nei modelli delle altre piattaforme”.

 

Nel dettaglio l'accordo stabilisce che per la prima volta in Italia un rider di Just Eat potrà partecipare al corso di formazione obbligatoria prevista per gli Rls rendendolo un punto fermo nelle nomine che dovranno essere fatte sul territorio nazionale.


Sempre in tema di salute e sicurezza dei lavoratori, l’accordo preso tra le parti prevede anche che sia fornito un kit di primo soccorso (una sorta di cassetta di pronto soccorso) per starting point (per zona) che il “captain” (il capo turno per intendersi) avrà con sé in modo da poterlo portare in tempi brevi a chi ne ha bisogno, così da poter prestare celermente un primo e immediato intervento a coloro che sono vittime di cadute o infortuni di lieve entità. E’ anche stato avviato un confronto che dovrà portare alla definizione, in tempi brevi, delle linee guida per prevenire i rischi causati da condizioni meteo avverse a causa delle temperature elevate, prendendo come base la Circolare della Regione Toscana sulle procedure di protezione dei lavoratori dagli effetti di calore.


Oltre a questo, saranno stipulate alcune convenzioni con dei ristoranti (uno per starting point) dove i rider avranno uno sconto su eventuali consumazioni, potranno utilizzare i locali come area di ristoro dove poter riposare, utilizzare i servizi igienici e ricaricare i telefoni.

 

Inoltre è stata avviata una collaborazione con una ciclofficina dove i rider potranno effettuare piccole o grandi riparazioni ai mezzi con una scontistica e saranno forniti per ogni starting point dei power bank per poter permettere, in caso di emergenza, di ricaricare i propri device e terminare il proprio turno di lavoro.

 

Nell’ultima seduta di giunta regionale inoltre, in seguito a proposta di delibera dell’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini, è stato approvato un nuovo documento tecnico di riferimento regionale, che disciplina le tutele dei lavoratori riders, andando a incrementare le “Disposizioni per la tutela e la sicurezza del lavoro dei lavoratori organizzati mediante piattaforme digitali”, come previsto dall’articolo della Legge regionale 18 del 4 giugno 2021.

 

“Il documento, primo e unico a livello nazionale, rappresenta una linea di indirizzo per i datori di lavoro per valutare i rischi di questa particolare categoria di lavoratori e individuare di conseguenza le necessarie azioni di tutela - spiega Bezzini - così come fornisce specifiche disposizioni agli enti preposti alla vigilanza, per effettuare attività di controllo e vigilanza. Con questo documento intendiamo garantire ai lavoratori del settore dell’economia digitale una maggiore tutela e sicurezza delle loro prestazioni lavorative con tutte le azioni e le misure necessarie. Abbiamo lavorato molto su questo fronte anche con l’assessorato regionale al lavoro, cercando di rispondere alle nuove esigenze, emerse dai recenti rapidi mutamenti delle forme tradizionali di organizzazione del lavoro e di svolgimento della prestazione lavorativa, che oggi non sono più inquadrabili secondo gli schemi consolidati previsti dall’attuale normativa. Continueremo a seguire con la dovuta attenzione anche questa categoria di lavoratori su due ruote, per tutelarne i diritti”.

 

“Aggiungiamo un altro tassello all’impegno che la Toscana sta portando avanti per la tutela dei diritti dei riders - sottolinea l’assessora al lavoro Alessandra Nardini - Sono molto soddisfatta e ringrazio  Bezzini e l’assessorato alla salute, con cui abbiamo lavorato fin da subito in stretta e proficua sinergia. Con protocollo firmato insieme a Cgil, Cisl e Uil, a varie aziende toscane che si occupano di food delivery e al Comitato regionale consumatori utenti, ci siamo posti l'obiettivo di assicurare a queste lavoratrici e lavoratori un lavoro che fosse più tutelato e più sicuro: le linee guida sono appunto il primo tassello fondamentale di questa strategia".

 

Per la definizione del documento è stato costituito uno specifico gruppo di lavoro tra Regione e dipartimenti Pisll delle tre Asl toscane (Centro, Nord Ovest, Sud Est). Il gruppo di lavoro è coordinato dal dipartimento Pisll della Asl centro, il cui territorio è maggiormente interessato dalle attività dei ciclo-fattorini. Il documento è stato, inoltre, oggetto di confronto con i componenti del Comitato regionale sulla sicurezza sul lavoro, in particolare con l’Ispettorato del lavoro, con Inail e con le parti sociali in esso rappresentate, oltre che con le parti sociali che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa previsto dalle “Linee guida della Regione Toscana per la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori delle piattaforme digitali per la consegna del cibo a domicilio e per una corretta applicazione contrattuale (riders ciclo-fattorini), approvate con la delibera di giunta regionale 946 del 13 settembre 2021.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.