Firenze, il Consiglio Comunale chiede nuove misure per il piano vaccinale

Si richiede di inserire tutti i lavoratori nelle categorie a rischio contagio

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 07 aprile 2021 18:04

E' stata approvata oggi - mercoledì 7 aprile- una risoluzione dal Consiglio comunale su nuove misure per il piano vaccinale che chiede al Ministero della Salute e alla presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Regione Toscana di inserire i lavoratori, a prescindere dalla forma contrattuale in qualsiasi ambito lavorativo, a rischio di contagio per un elevato numero di contatti con la popolazione più anziana e fragile.

 

Ad effettuare le vaccinazioni agli over 80 autonomi e attivi nelle strutture esistenti preposte e non esclusivamente presso gli ambulatori dei medici di medicina generale per accelerare la campagna vaccinale; di impiegare, all’arrivo delle dosi, tutti i medici disponibili per poter effettuare le vaccinazioni all’interno del Mandela, accelerando così la copertura vaccinale alla popolazione; di coinvolgere la Protezione Civile per poter supportare ogni campagna vaccinale.

 

Ad utilizzare le dosi in esubero a fine giornata, con modelli organizzativi che tengano conto delle direttive governative nazionali e ad offrire spazi istituzionali (quartieri), farmacie o parafarmacie o associazioni del volontariato, reti di solidarietà per facilitare la prenotazione alla più vasta gamma di popolazione.

 

“Con questo atto – spiega la consigliera PD Alessandra Innocenti – puntiamo ad offrire nuove sedi e nuove strutture dove poter accelerare la campagna vaccinale. Invitiamo, inoltre, a creare nuovi modelli organizzativi. Vogliamo cercare, con questa risoluzione, di dare ulteriore forza alla campagna vaccinale, che mai si era avuta, nella storia, in maniera così massiva”.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.