Covid, online il 15 marzo un portale per le vaccinazioni degli ‘estremamente fragili’

Uno strumento in più, per raggiungere anche chi non è seguito da una struttura ospedaliera toscana

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 13 marzo 2021 19:12

Un portale per le vaccinazioni dei soggetti 'estremamente fragili' perché affetti da determinate patologie. Il canale telematico riservato dalla Regione sul portale dedicato alle vaccinazioni era stato annunciato per questo fine settimana ma slitterà di qualche giorno. I parametri per definire le persone che, per patologia, hanno il più alto rischio di contrarre il virus o subirne le più gravi conseguenze sono arrivate infatti dal ministero solo ieri, venerdì, come fa sapere la Regione.

 

La vaccinazione dei soggetti vulnerabili è iniziata il 4 marzo. Sono le strutture sanitarie delle aziende, che li hanno in carico, sia territoriali che ospedaliere, a contattarli. E proseguono intanto le chiamate telefoniche. “Continuano, sulla base delle dosi di vaccino disponibili che in questo caso è il Moderna – spiega e rassicura il presidente della Toscana, Eugenio Giani – da parte delle strutture sanitarie ai pazienti già in carico ai reparti degli ospedali”.

 

Il canale informatizzato, con la possibilità di registrarsi autonomamente da parte dei singoli, è uno strumento in più, per raggiungere anche chi non è seguito magari da una struttura ospedaliera toscana. Oltre agli ‘estremamente fragili’ ne potranno però usufruire anche i cosiddetti ‘caregiver’, ovvero chi si prende cura di un congiunto ammalato o disabile. Per loro, come per gli insegnanti ed altre categorie essenziali indicate a suo tempo dal ministero, il vaccino utilizzato sarà l’Astrazeneca.

 

E proprio su Astrazeneca, dopo il ritiro in tutta Italia del lotto bloccato dall’Aifa, l’Agenzia per il farmaco, il presidente Giani ha voluto rassicurare i toscani.

 

“Sono state 15 mila le persone vaccinate in Toscana con quel lotto, dal 11 al 24 febbraio scorsi – spiega – e a nessuno è successo niente. Non si segnalano reazioni avverse”. In 4.178, fino alla mattina del 13 marzo, avevano disdetto l’appuntamento: il 12,8 per cento, poco più di uno su dieci.

 

LEGGI ANCHE: Covid-19, riaperta agenda per le vaccinazioni Astrazeneca

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.