Firenze, l'elenco dei Beni Comuni: 'Insieme ai cittadini per la rigenerazione degli spazi urbani'

Il Comune raccoglie proposte per la gestione condivisa di spazi urbani

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 06 marzo 2021 20:02

È online sulla rete civica del Comune di Firenze l'elenco aggiornato dei beni comuni della città per raccogliere proposte per la loro cura, rigenerazione e gestione condivisa. Con questo atto l’Amministrazione continua a dare attuazione al Regolamento comunale in materia di beni comuni.

 

Sono 26 i beni comuni dislocati in tutti i quartieri della città, inseriti nell’elenco e per i quali l’Amministrazione cerca la collaborazione con i cittadini: si tratta di giardini (quelli di piazza Tasso, di piazza d’Azeglio, di via del Mezzetta/San Salvi, di via Allori, di via Alderotti, il giardino dell’Ardiglione, a cui si aggiungono i locali annessi, il giardino dell’Orticoltura di via Vittorio Emanuele, il giardino Lippi di via Fanfani, il giardino Michela Noli di via Torcicoda, una porzione di quello di via Petri, il parco Tanini di viale Tanini, le aree cani di villa di Rusciano e di via Toscanini, l’ex Gasometro di via dell’Anconella) e aree verdi (rotatoria di piazza Gaddi e via Dazzi) ma anche piazze (Benedetto da Rovezzano), edifici e porzioni di fabbricati (via Villamagna, via Podestà e via Torre degli Agli), terreni (via Benedetto Fortini in due punti e via Sano di Pietro) e stanze di biblioteche (alla Luzi o alla Canova).

 

L’elenco pubblicato in rete civica potrà via via essere ulteriormente integrato, su proposta dei cittadini e dei cinque quartieri, di conseguenza anche l’avviso, che non prevede una scadenza, rimarrà sempre aperto – qui il link.

 

Le domande e i progetti da parte di singoli, gruppi di cittadini o comitati (anche informali) possono essere presentati nei Quartieri, presso gli ‘Sportelli al Cittadino-Urp’, attraverso il modulo reperibile in rete civica allo stesso link.

 

“Va avanti il lavoro intrapreso dall’Amministrazione per favorire la partecipazione dei cittadini alla cura della cosa pubblica, partito con l’approvazione del regolamento sui beni comuni del 2017. – ha spiegato la vicesindaca Alessia Bettini con delega ai Beni comuni – Prendersi cura degli spazi condivisi i vuol dire avere a cuore la città, rendere la nostra comunità sempre più consapevole e responsabile e favorire un sempre maggiore rispetto del luogo in cui si vive, rafforzando la sinergia importante tra amministrazione e cittadini. Ognuno di noi può fare la differenza per rivitalizzare luoghi pubblici, renderli e mantenerli sempre belli e ben fruibili. In questo modo si sostiene e si valorizza la cittadinanza attiva”. 

 

“La partecipazione dei cittadini alla cura degli spazi urbani e in particolare delle aree verdi – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re - sta assumendo un valore sempre maggiore per la comunità e l’amministrazione della città. Una spinta tanto più forte nell’attuale scenario di emergenza in cui emerge forte il bisogno di riappropriarsi degli spazi urbani e quindi di contribuire alla cura di questi luoghi in un’ottica di bene comune, solidarietà e resilienza. Questo avviso pubblico va dunque proprio in questa direzione e porta avanti la visione di una Firenze aperta al contributo di tutti perché l’operato di ciascuno di noi può fare la differenza”. 

 

(immagine di repertorio dalla pagina Facebook 'Giardino dell'ArteCultura')

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.