La Toscana resta in zona arancione, ma sale il rischio di entrare in zona rossa

In crescita l'Rt medio

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 20 febbraio 2021 09:38

La Toscana resta in zona arancione nell'ultima settimana di febbraio. La conferma è arrivata ieri, venerdì 19 febbraio, in seguito all'analisi dei dati relativi ai casi della cabina di regia dell'Iss. 

 

C'è preoccupazione però per la settimana del 28 febbraio: l'Rt medio rilevato dall'Istituto Superiore di Sanità è 1.2, molto vicino alla soglia di 1.25 che potrebbe portare in zona rossa.

 

Secondo i dati dell'Iss l'incidenza di contagio nella settimana presa in considerazione (8-14 febbraio) è 116 ogni 100.000 abitanti (la precedente era 95 ogni 100.000) e la Regione rientra nella categoria "moderata ad alto rischio di progressione".

 

Un'ipotesi ventilata anche dal presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo che ieri ha affidato ai social il report giornaliero dei casi e le sue analisi. "Nelle ultime 24h si sono registrati 924 casi su 11.079 soggetti testati, di cui l'8,3% è risultato positivo. Siamo al secondo giorno consecutivo con più di 900 casi, non accadeva dal 3-4 dicembre. Aumentano i ricoveri in terapia intensiva, dove al momento si trovano 149 pazienti (+5 rispetto a ieri), mai cosi tanti dal 31 dicembre. I ricoverati per Covid-19 sono 872 (11 in più rispetto ad ieri).  L'Rt regionale calcolato sui sintomatici è 1,2, molto vicino alla soglia di 1,25 con cui scatta la zona rossa. Cala l'incidenza sulle persone over 80, segnale positivo che dimostra che le vaccinazioni funzionano, mentre aumentano i casi di contagi tra i giovani, questa settimana l'età media dei positivi è 44,12 mentre un mese fa era 48,23."

 

Una tendenza in conferma con il territorio italiano. Sul report settimanale pubblicato sul sito del Ministero dlla Salute si legge, infatti, che si registrano "segnali di tendenza ad un graduale incremento nell’evoluzione epidemiologica che richiede misure di mitigazione nazionali e puntuali interventi di mitigazione/contenimento nelle aree a maggiore diffusione. Un nuovo rapido aumento nel numero di casi potrebbe rapidamente portare ad un sovraccarico dei servizi sanitari in quanto si inserirebbe in un contesto in cui l’incidenza di base è ancora molto elevata e sono ancora numerose le persone ricoverate per COVID-19 in area critica."

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.