Congiunti e zona rossa, Giani fa chiarezza: 'Non è possibile alleggerire tali misure restrittive'

Perché la nostra Regione è rimasta nella stessa fascia nonostante i dati positivi?

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 29 novembre 2020 14:22

Congiunti e zona rossa, Giani fa chiarezza. "Sto cercando di rispondere a tutti chiarendo, dove possibile, ogni dubbio. Qui sotto la risposta a due domande che ricevo con più frequenza", scrive il presidente della Regione Toscana su Facebook.

 

"Perché la nostra Regione è rimasta nella stessa fascia nonostante i dati positivi? Sono i tempi del DPCM, la Toscana è entrata in zona rossa il 15 novembre e devono trascorrere almeno 14 giorni. La prossima riunione del Comitato Tecnico Scientifico nazionale è già fissata da un calendario e sarà il 3 dicembre, per cui il provvedimento scatterà dal giorno successivo. Purtroppo le regioni non possono forzare un decreto delle autorità governative".

 

"Quando sarà data la possibilità ai congiunti non conviventi di potersi rivedere? L’attuale decreto lo impedisce per la zona rossa e non è possibile alleggerire tali misure restrittive. Appena saremo in una zona migliore sarà possibile vedersi ma sarà anche occasione per chiedere di specificare in modo migliore gli spostamenti verso i nostri affetti nel prossimo decreto. Per provvedere allo stato di salute dei congiunti è permesso spostarsi".

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.