Commercio e artigianato, il Comune di Sesto azzera la Cosap per il 2020

Azzerata per i dehors, nuovi o già installati, e nessun importo dovuto per il periodo di chiusura delle attività e dei mercati

Galleria immagini

824 Visualizzazioni

mercoledì 06 maggio 2020 16:51

Il canone di concessione per l’occupazione di suolo pubblico, COSAP, non sarà dovuto dagli ambulanti per tutto il periodo di mancato svolgimento dei mercati né, per il periodo di chiusura, dalle attività commerciali o artigianali che dispongono di strutture esterne fisse. Inoltre, il canone non sarà applicato né per le vecchie né per le nuove installazioni fino alla fine del 2020 e i dehors esistenti potranno essere ampliati gratuitamente.

 

La misura, promossa dalla Giunta del Comune di Sesto Fiorentino e annunciata anche dal sindaco Lorenzo Falchi in un video pubblicato su Facebook, sarà al vaglio del Consiglio convocato per il prossimo 12 maggio.

 

“Siamo ancora purtroppo in attesa di conoscere le misure che il Governo vorrà adottare a sostegno delle tante attività economiche in difficoltà – ha affermato il sindaco Lorenzo Falchi - Mentre il tempo passa, è indispensabile riuscire a dare risposte immediate, perché la crisi morde qui e ora. Abbiamo sospeso e rinviato già all’inizio del lockdown tutte le scadenze tributarie di competenza comunale e, sulla base di quanto disporrà il Governo, faremo il possibile per proporre rimodulazioni delle imposte. Questo intervento sulla Cosap, seppur non banale per un bilancio inevitabilmente affaticato dall’emergenza, è un aiuto pensato per facilitare le riaperture, dal momento che gli spazi all’aperto presentano minori criticità dal punto di vista del contagio”.

 

“Adesso – ha concluso Falchi - attendiamo misure nazionali ormai non più rinviabili, sperando che il Governo tenga presente la situazione economica degli enti locali, le istituzioni più vicine ai cittadini, ma storicamente le più dimenticate, e che, se lasciati senza risorse, riusciranno ancora per poco a dare risposte alle tante famiglie e attività in seria difficoltà”.

 

Foto tratta dal video pubblicato dal sindaco Lorenzo Falchi
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.