Vis Art

Riqualificazione Campo di Marte, le opposizioni chiedono un Consiglio comunale straordinario

Tramvia e area commerciale 'sotto accusa'. Replica il Pd: 'Tutti uniti all’insegna del no a prescindere'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 16 febbraio 2023 18:30

Un consiglio comunale straordinario sul futuro di Campo di Marte: è la richiesta che arriva da tutti i gruppi di opposizione a Palazzo Vecchio, che hanno firmato un documento per richiederne la convocazione . L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal gruppo promotore, il Movimento 5 Stelle, insieme a Sinistra Progetto Comune, Lega, Gruppo Centro e Fratelli d’Italia. Presente la presidente del comitato “Vitabilità” Francesca Marrazza e alcuni cittadini attivisti.

 

A finire 'sotto accusa' non sarebbe la riqualificazione della struttura dello stadio Franchi, bensì ciò che le ruota intorno, a cominciare dalla realizzazione dell'commerciale e della tramvia. “Abbiamo chiesto a tutte le forze di opposizione – ha spiegato il consigliere M5S Lorenzo Masi – di condividere con noi questa battaglia, per scongiurare lo sconvolgimento che si prospetta per il quartiere. Nel consiglio comunale che chiediamo metteremo sotto accusa in primis i corposi tagli degli alberi previsti e il percorso della tramvia. 

 

"Non si comprende – ha sottolineato il capogruppo M5S Roberto De Blasi – perché si debba affiancare la riqualificazione, attesa da anni, dello stadio Franchi, monumento nazionale, alla cementificazione del quartiere con 15mila metri quadri di superficie tra turistico-ricettivo, commerciale e direzionale”.

 

Ubaldo Bocci, capogruppo del gruppo Centro, ha contestato che l’operazione sia tutta collegata allo stadio. “I centri commerciali presenti a Campo di Marte sono già sufficienti, non serve costruirne altri. Vogliono buttare giù la palestra dell’Agricoltura per far posto ad un palazzetto da 700 posti quando c’è già il Mandela Forum con gli altri impianti di San Marcellino e Coverciano, assurdo. E poi diciamo tramvia sì, ma con una logica. Abbiamo dubbi sul sondaggio presentato dal sindaco Nardella. Perché non sfruttare la ferrovia che già c’è per collegare in pochi minuti Santa Maria Novella con la stazione di Campo di Marte?”.

 

Il capogruppo della Lega Federico Bussolin giudica “immorale ridisegnare un intero quartiere della città senza consultare prima abitanti e commercianti. Ma se fossi Nardella non starei così sereno: anche a Roma ci sono perplessità sul progetto della sua giunta. Il consiglio comunale straordinario sia l’occasione per ripartire da capo”.

 

“È bene che si riesca a discutere prima che si cominci a scavare – nota il consigliere di Fratelli d’Italia Jacopo Cellai – Quando vediamo quanto sta accadendo in via Cavour comprendiamo come lì sia mancata una voce forte da parte della cittadinanza. Lo stesso non avvenga a Campo di Marte. Questa è un’amministrazione anche contraddittoria: fa di tutto per convincere i fiorentini ad abbandonare l’uso dei mezzi privati e poi va a costruire un mega parcheggio in via Campo d’Arrigo. Quello che non va in questo progetto è proprio tutto ciò che riguarda la mobilità”.

 

Per Fratelli d’Italia hanno partecipato anche il capogruppo Alessandro Draghi e il capogruppo al Quartiere 2 Simone Sollazzo. “I cittadini di Campo di Marte non ci stanno – ha attaccato Sollazzo – Questa amministrazione che si vanta di aver vinto le elezioni nel 2019 con il 60% dei voti dovrebbe ricordarsi che quella percentuale è su tutta la città; non possono dare per scontato che la maggioranza degli abitanti del Q2 sia dalla loro parte. Come Fratelli d’Italia al consiglio di Quartiere lottiamo fin dall’inizio del mandato contro il taglio del verde e questo tracciato della tramvia”.

 

"Abbiamo sottoscritto la richiesta di una seduta straordinaria del Consiglio comunale dedicata al progetto, anche alla luce dell'importante percorso nato sul territorio grazie al comitato Vitabilità. Il centro commerciale è garantito, la copertura per la tifoseria no? Questo ci sembra già di per sé indicativo. Sulla mobilità ci sono i problemi di sempre, legati al tipo di progetti e all'indisponibilità di migliorare il loro sviluppo, soprattutto perché manca una progettazione complessiva tra collegamenti ferroviari extraurbani, gomma e ferro. C'è anche un problema di uso delle parole. Se si stesse garantendo solo il futuro pubblico del Franchi e rafforzando il trasporto pubblico locale saremmo di fronte a due azioni di sinistra. Invece c'è molto altro, purtroppo, quindi non faremo mancare le nostre controproposte", dichiarano Antonella Bundu e Dmitrij Palagi - Sinistra Progetto Comune e Lorenzo Palandri e Francesco Gengaroli - Sinistra Progetto Comune Quartiere 2.

 

Il documento, firmato anche da Forza Italia e Gruppo Misto – Ital Exit, sarà portato oggi all’attenzione della presidenza del Consiglio nella conferenza dei capigruppo.

 

Alle opposizioni replicano Nicola Armentano, capogruppo Pd a Palazzo Vecchio, e Fabio Giorgetti, consigliere comunale e presidente commissione Sport. “Le opposizioni di Palazzo Vecchio hanno ritrovato un’insolita unità, dietro la bandiera dei no a prescindere. Operazioni del genere, intrise di populismo e demagogia, non portano da nessuna parte. Non ci pare che rispetto alle decisioni dell’amministrazione e in particolare a quelle relative a Campo di Marte l’amministrazione sia in difetto di partecipazione. Ci sono stati momenti di confronto pubblici, c’è stato un sondaggio tra i cittadini che ha dato esiti chiari. Non ci sottraiamo al dibattito ma vediamo in questa richiesta solo l’ennesima occasione di ricerca di visibilità da parte delle opposizioni unite e di aizzare un polverone su un percorso, anche di partecipazione, già intrapreso. Quella per Campo di Marte è una vasta operazione di rigenerazione urbana che cambierà volto a un intero quartiere. La riqualificazione del Franchi porta con sé, infatti, la riqualificazione complessiva di una parte di città che determinati interventi li attende da tempo. Attenzione alla sostenibilità e alla mobilità, con un piano che investe molto sul trasporto pubblico, sulle piste ciclabili e sui parcheggi. Un grande polmone verde che crescerà e sarà sempre più fruibile da giovani, anziani, famiglie, bambini, con ricadute positive in termini di pratica sportiva e quindi di salute della comunità. Se il tema poi sono i disagi relativi a cantieri e lavori, sappiamo che a fronte di inevitabili temporanee criticità ci saranno innegabili futuri benefici. I vantaggi di questa grande operazione non mancano, insomma. Come non sono mai mancate le opportunità di discussione e confronto con la cittadinanza”.

 

 

LEGGI ANCHE

Nuovo Franchi, proteste dei cittadini. Nardella: 'I giardini rimarranno e saranno resi più belli'

Campo di Marte, stadio e tramvie: dal sondaggio del Comune i fiorentini promuovono i progetti

Stadio, spazi verdi, hotel e parcheggi: presentato il progetto di riqualificazione di Campo di Marte
 

 

Notizie più lette

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.