Vis Art

L'Università di Firenze quarta in Italia per impegno sui temi della sostenibilità ambientale

Lo afferma il QS Sustainability Ranking

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 26 ottobre 2022 16:23

L'Università di Firenze è fra i primi in Italia per l’impegno sui temi della sostenibilità.

 

È quanto si ricava dal World University Sustainability Ranking, la nuova graduatoria del Gruppo QS che misura l’impegno in questo campo di atenei appartenenti a 71 Paesi in tutto il mondo. La classifica si articola in due macro-ambiti, suddivisi a loro volta in micro-ambiti, che valutano l’impatto sociale e quello ambientale delle università come centri di formazione e ricerca.

A livello italiano, sui 31 atenei classificati, l’Università di Firenze si piazza quarta nel macro-ambito “environmental impact” (impatto ambientale) e quinta per “social impact” (impatto sociale).

 

A livello mondiale Unifi si colloca al 144esimo posto su 700 in graduatoria: è 141esima nell’ “environmental impact” e 215esima nel “social impact”.

 

Entrando nel dettaglio, all’interno dell’ “environmental impact” l’Ateneo fiorentino si segnala per il micro-ambito “sustainable education” (terzo posto a livello nazionale e 112esimo posto a livello mondiale) e per “sustainable research” (quinto posto nella graduatoria nazionale e 195esimo in quella mondiale).

 

Nel macro-ambito “social impact”, Unifi è quarta in Italia per il micro-ambito “employment & opportunities” e per “impact of education”, sesta per “knowledge exchange” e settima per “life quality”. L’Ateneo fiorentino è nella top 10 italiana in sei micro-ambiti degli otto totali. Sempre all’interno del macro-ambito “social impact”, Unifi si posiziona al 163esimo posto per “equality” a livello mondiale.

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.