Prato, aperto e fruibile da lunedì 8 agosto il nuovo parcheggio

Venti posti auto e 4 spazi di sosta per moto e rastrelliere per le biciclette

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 05 agosto 2022 13:53

Aprirà da lunedì 8 agosto il parcheggio realizzato in via Cavour a Prato, a ridosso delle mure trecentesche, con 20 posti auto più 4 spazi di sosta per moto e rastrelliere per le biciclette. L'opera, spiega il comune di Prato, risponde alla carenza di stalli di sosta nella zona interessata.

 

Il parcheggio di via Cavour si estenderà su un'area di circa 1200 mq e conterà come detto 20 posti auto, di cui uno predisposto per un futuro stallo-ricarica per veicoli elettrici e due stalli per persone con disabilità. Inoltre, una parte del parcheggio sarà adibita per la sosta dei mezzi a due ruote: 4 posti saranno infatti riservati ai motocicli e ci sarà un'area predisposta al parcheggio delle biciclette.

 

I posti auto sono stati realizzati con autobloccanti e la corsia di scorrimento con asfalto di tipo "sacatrasparent", ritenuto più adatto per la vicinanza del parcheggio alle mura cittadine.

 

Contestuale all'area parcheggio è l'intervento di riqualificazione del suo perimetro con la sistemazione a verde della fascia in adiacenza alle mura e l'installazione dell'impianto di irrigazione degli alberi, utili all'ombreggiamento degli stalli di sosta. Come da Regolamento del Verde​, tra il mese di settembre e quello di ottobre, saranno poi sottoposti a verifica sia l'attecchimento degli alberi che la semina del prato erboso.

 

L'opera è stata realizzata a carico di privati proprietari dell'area, in connessione con l'intervento edilizio del Piano Attuativo 321 in via Brioni (zona San Martino per Galceti) nell'ambito di una perequazione urbanistica. 

 

 

Immagine di repertorio

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.