Mugello, crea disordini e aggredisce con violenza gli agenti: sedato e arrestato un 28enne

In precedenza aveva anche fornito false generalità

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 22 luglio 2022 11:23

Un uomo di 28 anni è stato arrestato a Dicomano, nel Mugello, per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Nel pomeriggio di ieri, giovedì 21 luglio 2022, l’uomo stava creando disordini all’interno di una struttura pubblica locale. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale, che hanno trovato il 28enne di origine nigeriana in forte stato di agitazione, fa sapere l'Arma. Sono così intervenuti su richiesta anche i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Borgo San Lorenzo e il personale medico.

 

L’uomo ha però continuato a mostrarsi particolarmente aggressivo, tentando di raggiungere il magazzino della struttura dove erano presenti oggetti contundenti. Una volta intuite le intenzioni del 28enne e compresa la situazione di pericolo che si stava andando a creare, gli agenti hanno cercato di fermarlo, venendo colpiti e spintonati dall’uomo.

 

A quel punto, fa sapere l’Arma, l’uomo è stato sedato e successivamente arrestato. Nella circostanza, un Carabiniere e un agente della Polizia municipale hanno riportato lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

 

Nel corso del successivo fotosegnalamento, inoltre, è emerso che nel 2016 il giovane aveva fornito false generalità presso il centro d’identificazione di Lampedusa (AG) ed è stato dunque denunciato in stato di libertà per il reato di false dichiarazioni sulla propria identità.

 

Dopo aver trascorso la notte in caserma, nella mattinata di oggi, venerdì 22 luglio, il 28enne sarà giudicato dal Tribunale di Firenze con il rito direttissimo.

 

(immagine di repertorio)

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.