Firenze, la nuova flotta del bike sharing: le bici tradizionali e a pedalata assistita

Presentata la nuova flotta RideMovi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 14 ottobre 2021 09:55

Il bike sharing a Firenze passa di livello: mille bici a pedalata assistita, ma con la prospettiva di raddoppiare a breve, e duemila bicicletta tradizionali con un design completamente rivisto e accorgimenti tecnologici più sviluppati. È questa la nuova flotta del bike sharing fiorentino, affidato a RideMovi, presentata ieri in piazza Signoria alla presenza dell'assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti e del CEO di RideMovi Alessandro Felici.

 

"Con queste nuove biciclette si rinnova la flotta del bike sharing – ha dichiarato l'assessore Giorgetti - Si tratta di modelli innovativi che da oggi sono in servizio a Firenze, prima città d'Italia. Il bike sharing è un servizio che funziona e con questi nuovi mezzi che progressivamente sostituiranno i vecchi modelli funzionerà sempre meglio. Come Amministrazione ci contiamo soprattutto per gli spostamenti dell'ultimo miglio. Per questo abbiamo bandito una gara pubblica per l'affidamento del servizio considerato come integrativo al trasporto pubblico locale e alternativo al mezzo privato soprattutto in vista della realizzazione dello Scudo Verde. Per questo il bando prevede anche un corrispettivo economico al gestore di 800mila euro in tre anni".

 

Firenze è stata la prima città in Italia nel 2017 a lanciare il servizio di bike sharing a flusso libero (inizialmente Mobike ora RideMovi), ed è la città con maggiore densità di biciclette per abitante in Europa pari a una bici ogni 100 abitanti, secondo i dati riportati dal comune di Firenze. In 4 anni sono stati percorsi oltre 4 milioni di km con un risparmio di migliaia di tonnellate di CO2 e con una media di picchi di utilizzo registrati di oltre 10.000 corse al giorno.

 

Per quanto riguarda le bici, le nuove Ridemovi hanno il telaio colore grigio metallizzato e i cerchioni arancio. La nuova eBike ha una guida più performante con un motore elettrico dalle prestazioni molto elevate ed una pedalata comoda grazie alle gomme più larghe. La bicicletta tradizionale è stata dotata di particolari tecnologici già anticipati sulla “sorella” elettrica. Il lucchetto manuale della ruota posteriore è stato infatti eliminato e la chiusura del mezzo avviene comodamente tramite app. Integrato anche il supporto per cellulare che permette di navigare e arrivare facilmente a destinazione.

 

Si utilizza la stessa app sia per la eBike che per le biciclette tradizionali, semplicemente cliccando su EBike o Bike a seconda del modello che si vuole utilizzare. L’utilizzo avviene in 3 step: scarica l'app RideMovi e vai alla schermata Bike o Ebike dell’app; scansiona il codice QR sul mezzo e parti; termina la corsa cliccando su Termina Corsa e segui le istruzioni di parcheggio e chiusura date dall’app.

 

Per quanto riguarda le tariffe, sono disponibili corse singole e pass o pacchetti minuti a prezzi scontati.  

 

Corse singole: eBike 0.20 euro al minuto; bicicletta 1 euro ogni 20 minuti. Prime Pass: bicicletta corse illimitate da 120 minuti ciascuna; eBike 1,25 euro per 15 min. Pass per biciclette tradizionali: corse illimitate da 120 minuti ciascuna - 30 giorni: 12,99 euro (prezzo regolare 14,99) - 90 giorni: 29,99 euro (prezzo regolare 36,99) - 360 giorni: 79,99 euro (prezzo regolare 124,99)

 

Pacchetti minuti eBike 25min: 4,50 euro (prezzo regolare 5 euro) - 45min: 7,90 euro (prezzo regolare 9 euro) - 90min: 14,90 euro (prezzo regolare 18 euro)

 

E' ancora attiva l'agevolazione sul pass trimestrale (90 giorni) per la bicicletta tradizionale al prezzo speciale di 9,99 grazie al contributo assicurato in parte dal Comune e in parte da RideMove.

 

L’area operativa è evidenziata nella mappa nell’app. É possibile l’utilizzo fuori dall’area operativa ma è necessario parcheggiare sempre all’interno di essa in modo responsabile, seguendo le istruzioni date dall’app al momento della chiusura della corsa. Importante: Se l’utente parcheggia fuori dall’area operativa non sarà possibile chiudere la corsa. L’applicazione inviterà l’utente a riportare il mezzo all’interno dell’area. Le No Parking Area sono evidenziate tramite delle icone (P) sbarrate. Alla pagina FAQ del sito tutte le informazioni relative ai costi di servizio aggiuntivi se si parcheggia in una No Parking Area.  

 

“Stiamo introducendo una flotta progettata e prodotta per essere la più performante sulle strade europee – dichiara Alessandro Felici - RideMovi dimostra ancora una volta di essere un’azienda alla continua ricerca ed evoluzione del prodotto la cui priorità è quella di incentivare la mobilità urbana del futuro. La città di Firenze è stata la prima in Italia a lanciare il nostro servizio e la prima città a dare il benvenuto alla nostra bicicletta a pedalata assistita. Siamo entusiasti di presentare qui oggi in anteprima una flotta innovativa e straordinaria per design, prestazioni e comfort che renderà Firenze sempre più eco sostenibile e proseguire insieme all'amministrazione comunale l’importante progetto legato alla green mobility. Il nostro team sta lavorando intensamente in modo che la flotta presente in città affianchi i nuovi mezzi per un breve periodo di tempo per poi essere totalmente sostituita”.  

 

(immagine dalla pagina Facebook di Dario Nardella)

 

LEGGI ANCHE:

Bike sharing a Firenze, assegnato il servizio a RideMovi: in arrivo 1.500 bici e 650 e-bike 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.