UISP e AICS chiedono misure straordinarie per la locazione degli impianti sportivi in concessione

Le parole del presidente Uisp Marco Ceccantini

Galleria immagini

368 Visualizzazioni

lunedì 23 marzo 2020 12:13

LA UISP Comitato di Firenze e AICS con le rispettive società sportive affiliate che gestiscono impianti sportivi pubblici chiedono misure straordinarie ad Anci ed enti locali per contrastare l'emergenza sanitaria dovuta al COVID 19.

 

In particolare richiedono l’eliminazione dell’obbligo, a carico delle rispettive associazioni, di pagamento del canone di locazione o di uso o comunque denominato, connesso alla gestione o all’utilizzo di impianti sportivi per i mesi da marzo ad agosto 2020. Questo a causa del blocco totale delle attività dall’inizio del mese rende impossibile coprire i costi di esercizio degli impianti pubblici a fronte di zero ricavi. 

 

"Ad oggi le misure previste nel del denominato “Cura Italia” a sostegno del mondo dello sport di base e dilettantistico sono da ritenersi inadeguate e insufficienti per tutelare o per lo meno sostenere, i soggetti che operano a vario titolo sui territori e sottostimano la reale portata economica e finanziaria che il fermo delle attività sta determinando e determinerà per l’intero settore” spiega il presidente di Uisp Firenze Marco Ceccantini. Basti pensare che sono stati bloccati solo i mutui stipulati con il Credito Sportivo, mentre quelli accesi con gli altri istituti bancari sono in essere."

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.