Il Teatro Puccini è ora di proprietà del Comune di Firenze

Cronaca
19/10/2019

A seguito dell'accordo con la Manifattura Tabacchi

Il teatro Puccini è ufficialmente di proprietà del Comune di Firenze. La Commissione cultura, presieduta da Fabio Giorgetti, si è recata presso il teatro ed è stata ricevuta dalla presidente Cristina Giani Noferi, dal direttore artistico Lorenzo Luzzetti e dalla direttrice Sybille D'Avino.

 

“A seguito dell'accordo con la Manifattura Tabacchi, il teatro Puccini, da qualche giorno è ufficialmente di proprietà del Comune di Firenze. Una struttura – ha sottolineato il presidente della Commissione cultura Fabio Giorgetti – che lo scorso anno ha ospitato ben 202 manifestazioni, con un volume di affari che si aggira intorno al milione di euro e che ha un bilancio in salute. Il 68% delle entrate proviene dagli incassi. Sono stati effettuati, tra l'altro dei lavori straordinari ed il teastro è stato messo a norma e si può fregiare del Certificato prevenzione incendi”.

 

Il teatro Puccini dispone di 700 posti ed ha nove dipendenti, circa un terzo del personale degli altri teatri a Firenze.

 

“Presto – ha spiegato ancora il presidente della Commissione Fabio Giorgetti – verrà sottoscritta una convenzione tra l'associazione che gestisce il teatro Puccini dove verranno anche decisi i giorni che verranno messi a disposizione dell'amministrazione comunale”.

 

L'associazione che gestisce il Teatro Puccini, nata nel 1992, ha investito negli ultimi anni circa 350.000 euro ed i contributi regionali sono andati a coprire parte di alcuni investimenti. Al teatro vengono elargiti anche fondi provenienti dal Mibact ma, è stato garantito, ci sarà grande attenzione anche da parte dell'amministrazione comunale, fa sapere il comune di Firenze.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.