Vis Art

Prato, sequestrati circa 1,5 milioni di articoli contraffatti: indagine della Guardia di Finanza

Violazione della normativa vigente a tutela dei marchi registrati nazionali ed esteri

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 13 settembre 2023 10:57

La Guardia di Finanza di Prato ha sequestrato circa 1,5 milioni di articoli contraffatti.

 

La necessità di salvaguardare il consumatore finale dall’acquisto di merce contraffatta ha indotto il Comando Regionale Toscana ad avviare delle attività di analisi ed elaborazione di percorsi ispettivi dedicati finalizzati a disarticolare le cosiddette filiere del falso. Il Gruppo di Prato ha effettuato numerosi servizi di osservazione e pedinamento nell’ambito del controllo economico del territorio individuando nella zona industriale pratese un’attività di commercio all’ingrosso di abbigliamento operante in violazione alla normativa vigente a tutela dei marchi registrati nazionali ed esteri.

 

L’attività ispettiva permetteva di sottoporre a sequestro circa 1,5 milioni di prodotti costituiti da capi di abbigliamento e accessori con marchi contraffatti e l’analisi della documentazione acquisita nel corso del controllo ha consentiro, riferisce la Guardia di Finanza in una nota, di identificare anche il fornitore dei prodotti sequestrati in una ulteriore azienda operante nel Macrolotto.

 

Al termine delle operazioni i titolari delle attività commerciali sottoposte a controllo sono stati tutti denunciati per il reato di commercializzazione di capi contraffatti. Gli accertamenti tecnici effettuati con l’ausilio di un consulente specializzato permettevano di confermare le ipotesi investigative connesse alla contraffazione dei prodotti sottoposti a sequestro che hanno permesso all’Autorità Giudiziaria inquirente di rinviare a giudizio i responsabili. 

 

Immagine di repertorio

 

 

Notizie più lette

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.