Tramvia, presentato il progetto definitivo della linea 4 dalla Leopolda alle Piagge

Tra gli obiettivi: ampliare il sistema tranviario fiorentino, ridurre il traffico sulla direttrice via Pistoiese-via Baracca e un accesso diretto al Parco delle Cascine

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 23 febbraio 2021 17:08

Poco meno di 12 chilometri per collegare la stazione Leopolda a Campi Bisenzio con 24 fermate e una stima di 12 milioni di passeggeri all’anno. Ma anche quasi 2mila nuovi alberi, una riduzione di circa 10mila veicoli al giorno in transito tra Firenze e Campi Bisenzio, nuove strade e una significativa  riqualificazione urbana lungo il percorso. É la linea 4 della tramvia fiorentina, destinata a completare la rete nella zona nord-ovest di Firenze fino ad arrivare a Campi Bisenzio.

 

Oggi i sindaci di Firenze, Dario Nardella, e Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, hanno fatto il punto della progettazione dell’opera. L’attenzione è stata dedicata al primo lotto della linea, il 4.1, che collega la Leopolda alle Piagge e sul quale è in corso la progettazione definitiva. Per il secondo lotto, il 4.2 dalle Piagge a Campi Bisenzio, è in corso la conferenza di servizi sul progetto di fattibilità tecnico-economica, fa sapere Palazzo Vecchio.

 

“La linea tranviaria Firenze-Campi è un progetto bello e ambizioso, che prevede un investimento di oltre 400 milioni di euro mirato anche a ridurre fortemente traffico e inquinamento: 10mila auto in meno al giorno, 5mila tonnellate di anidride carbonica in meno all’anno e una stima di 12 milioni di passeggeri. Un progetto che cambierà il volto a tutta l’area nord-ovest di Firenze fino al centro abitato di Campi Bisenzio - ha dichiarato il sindaco Nardella - Sono previste anche molte opere infrastrutturali, parcheggi scambiatore, un grande investimento anche sul verde con due parchi e quasi 2mila alberi lungo il tragitto. Questo dimostra che la tramvia non è solo una soluzione trasportistica, ma anche l’occasione di riqualificare interi quartieri. Alle Piagge siamo già intervenuti sulla zona di via dell’Osteria e sull’ex Gover: due importanti riqualificazioni che fanno d’apertura al progetto della linea tranviaria che collegherà il centro di Firenze con il centro di Campi Bisenzio”.

 

“Oggi é stato un momento importante, perché il progetto della nuova linea 4.2 presentato permetterà di ricucire e rigenerare l’area nord ovest della città metropolitana tra Campi e Firenze – ha detto il sindaco di Campi Bisenzio Fossi -  La tranvia sarà un asse che legherà i due Comuni, ricucendo il territorio, facendo risparmiare tempo e anidride carbonica e migliorando la qualità della vita dei cittadini. Siamo fiduciosi che dal Ministero arrivi l’ok al finanziamento: la rivoluzione del ferro sarà centrale per rilanciare lo sviluppo sostenibile dei territori della città metropolitana e per realizzare finalmente quelle infrastrutture che ne rappresenteranno le arterie fondamentali”.

 

“Con la costruzione della linea 4 si realizza anche un importante intervento di riqualificazione urbana e di nuove viabilità sia di ricucitura nel quartiere delle Piogge sia di collegamento con la nuova Pistoiese-Rosselli che, oltre a scaricare via Pistoiese, ridurrà in modo significativo i volumi di traffico su via Baracca sia in entrata che in uscita città - ha sottolineato l’assessore Giorgetti, che su questo tema ha aggiunto - Gli uffici della Mobilità stanno ancora verificando i possibili collegamenti tra le strade esistenti e la nuova viabilità in particolare con la Pistoiese-Rosselli”. Da non dimenticare poi i nuovi percorsi pedociclabili previsti dal progetto e il recupero delle aree a verde con la piantumazione di centinaia di alberi. L’assessore si è poi soffermato quella questione del deposito temporaneo alle Piagge. “Stiamo ancora lavorando su ipotesi alternative a quella prevista nel progetto, tra cui una con il deposito parallelo alla sede tranviario. Qualsiasi soluzione che sarà scelta  prevederà la possibilità di riutilizzare il deposito successivamente, con modesti interventi edilizi, come spazio pubblico, per il mercato e per attività a servizio della comunità delle Piagge. E comunque - ha precisato Giorgetti - se la realizzazione del secondo lotto avrà una tempistica compatibile con quella del primo lotto cercheremo di non realizzare il deposito temporaneo e di procedere con la costruzione dell’unico deposito definitivo previsto nella prosecuzione della linea a Campi Bisenzio”.

 

Il lotto 4.1 si snoda su 6,3 km, prevede 13 fermate collegando le stazioni ferroviarie Leopolda e Le Piagge. Si interconnette alla linea T1 in corrispondenza della stazione Leopolda-Porta al Prato e giunge a Le Piagge correndo in parte sulla ex linea ferroviaria Firenze-Empoli e in parte su nuova sede.

 

In dettaglio: dalla fermata della T1 di Porta a Prato corre parallela alla ferrovia e a via Michelucci, continua poi parallela a via Paisiello fino a incrociare la Manifattura Tabacchi. Prosegue lungo il percorso ferroviario fino al Barco e alla fermata delle Cascine. Da qui si stacca dal rilevato ferroviario e sottopassandolo corre lungo la ferrovia parallela a via Piemonte, prosegue in testa a via del Pesciolino-via dell’Osteria fino a giungere parallela a via Lazio fino al capolinea delle Piagge che corrisponde all’attuale fermata ferroviaria.

 

Il progetto preliminare della linea 4.1 è stato ultimato nel novembre 2015 ed è stato recentemente approvato e finanziato dal CIPE con uno stanziamento di 166 milioni di euro. É in corso la progettazione definitiva e i prossimi passaggi sono l’approvazione del progetto definitivo da parte del Ministero e la relativa conferenza dei servizi (entro l’anno), la procedura di selezione del soggetto che realizzerà l’opera e l’avvio dei lavori (durata stimata 30 mesi).

 

E' previsto un deposito provvisorio (che sarà dismesso e utilizzato per attività del Quartiere una volta realizzato il deposito definitivo a Campi Bisenzio) che ospiterà gli 8 tram utilizzati per il servizio (7 più uno di riserva). A regime la frequenza delle vetture sulla linea 4.1 sarà compresa tra i 6,25 e gli 11.25 minuti, la velocità media sarà di 20 km/h e la capacità di trasporto pari a 2.543 persone all’ora.

 

Numerosi gli obiettivi della linea: prima di tutto ampliare il sistema tranviario fiorentino, poi connettere la zona periferica ovest con il centro attraverso l’interconnessione con la T1; ancora ridurre il traffico su gomma soprattutto sulla direttrice via Pistoiese-via Baracca; e anche realizzare un accesso sicuro e diretto al Parco delle Cascine.

 

Ma la tramvia non è solo un progetto di trasporto urbano, rappresenta un'occasione unica per riqualificare l’area nord-ovest della città. L’arrivo del tram porterà anche il recupero di aree dismesse e la fruibilità di altre oggi non utilizzate dai cittadini, la sistemazione delle aree a verde e il completamento del sistema stradale del quartiere delle Piagge. Questa attenzione alle opere complementari si evidenzia anche nei dati economici del progetto. Per la linea tranviaria (compreso il materiale rotabile) infatti sono previsti 166 milioni di euro da fondi CIPE, a cui si aggiungono i 29 milioni di euro destinati alla viabilità, ovvero 12,5 milioni per il collegamento Pistoiese-Rosselli (oltre 2 km), 1,650 milioni per il nuovo parcheggio scambiatore (300 posti tra auto e moto) allo svincolo dell’Indiano con relativa viabilità di connessione alla linea tranviaria (poco più di 1 km) e 14,850 milioni per la nuova viabilità delle Piagge (oltre 2 km) L’investimento complessivo, completamente finanziato, quindi si attesta sui 195 milioni di euro.

 

La seconda tratta della linea 2, ovvero il lotto 4.2, riprende il tracciato da Le Piagge e termina a Campi Bisenzio snodandosi per 5,5 km con 11 fermate. Costo complessivo del secondo lotto richiesto interamente al MIT è di 222.485.838 euro. Nei costi sono compresi oltre alla realizzazione della sede tranviaria e delle opere tecnologiche annesse, gli interventi sui sottoservizi, il nuovo  deposito definitivo, le sistemazioni urbane e il materiale rotabile (ovvero i tram).

 

Foto tratta dalla pagina Twitter di Florence Tv

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.