Firenze, Borgo Santa Croce diventerà pedonale

La decisione al termine dei lavori di riqualificazione. Modifiche anche in via Magliabechi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 26 novembre 2020 17:33

Si amplia l’area pedonale di piazza Santa Croce. È quanto ha deciso la giunta di Firenze approvando ieri una delibera presentata dall’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti a cui farà seguito i provvedimenti degli uffici tecnici. In concreto diventeranno pedonali Borgo Santa Croce e il tratto di via Magliabechi tra questa strada e la piazza. Si tratta in entrambi i casi di una pedonalizzazione di tipo B, quindi con accesso consentito a una serie di veicoli autorizzati.

 

“Borgo Santa Croce è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione - sottolinea l’assessore Giorgetti - che ha interessato prima i lavori sui sottoservizi e poi la posa del nuovo lastrico e l’ampliamento dei marciapiedi. E proprio per migliorare la frizione da parte dei pedoni e nell’ottica di una maggiore vivibilità di questa strada a due passi da piazza Santa Croce, adesso arriva la pedonalizzazione che si completa con l’arredo urbano: saranno infatti collocate delle fioriere come in lungarno Acciaiuoli”. L’area pedonale di tipo B si allargherà anche alla porzione di via Magliabechi adiacente a piazza Santa Croce.

 

Contestuale a questo provvedimento scatteranno alcune modifiche in via Magliabechi e in Borgo Santa Croce necessari a garantire una efficiente circolazione nella zona. In concreto Borgo Santa Croce cambierà di senso con ingresso da via Magliabechi e uscita su via dei Benci (ovviamente per gli autorizzati). Di conseguenza in via Magliabechi sarà istituito un doppio senso di marcia tra Borgo Santa Croce e Corso Tintori.

 

In foto la strada prima dei lavori

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.