Nuovi infermieri e operatori socio sanitari nei pronto soccorso dell’Ausl Toscana Centro

Saranno 48 in totale i nuovi assunti 

Galleria immagini

2857 Visualizzazioni

lunedì 10 febbraio 2020 12:56

Potenziamento in vista per il personale sanitario, tra infermieri e operatori socio sanitari (OSS) in tutti i pronto soccorso dell’Ausl Toscana Centro.

 

Una misura messa a punto dall’Azienda per fronteggiare i periodi di iperafflusso ed affiancare gli operatori in servizio impegnati nell’assistenza ai pazienti ricoverati nei Dea. Tale incremento del personale addetto all’assistenza è da considerarsi in più rispetto al turnover del 2020, che sarà garantito al 100%, nonché oggetto di accordo sindacale.

 

Saranno 48 in totale i nuovi assunti individuati dalle graduatorie esistenti per ridurre al minimo i tempi di attesa e distribuiti nei nove pronto soccorso aziendali.

 

Nel dettaglio nei prossimi mesi entreranno in servizio: 9 infermieri e 2 Oss al pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze, 6 infermieri al Santa Maria Annunziata2 infermieri al Santa Maria Nuova, 12 infermieri e 6 Oss al pronto soccorso dell’Ospedale Santo Stefano di Prato , 3 infermieri al San Jacopo2 infermieri al S.S. Cosma e Damiano di Pescia3 infermieri al San Giuseppe di Empoli2 infermieri in pronto soccorso dell’Ospedale Mugello di Borgo San Lorenzo, e 1 infermiere al Serristori di Figline Valdarno.

 

“E’ un’azione importante per garantire un ulteriore supporto al personale sanitario impegnato quotidianamente nei reparti di emergenza e urgenza della nostra Azienda-spiega Paolo Zoppi- direttore del dipartimento infermieristico aziendale. Rappresenta anche un importante atto di riconoscimento della professione infermieristica nel garantire una risposta di qualità alla presa in carico degli utenti.”

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.