Firenze, la Mostra dell'Artigianato cambia rotta e punta sulla qualità: ecco Mida 2019

Un'edizione completamente rinnovata per l'evento in Fortezza

Galleria immagini

4883 Visualizzazioni

mercoledì 17 aprile 2019 17:42

Arrivata alla sua 83esima edizione, la Mostra dell’artigianato di Firenze cambia tutto. Con formato e allestimenti completamente rinnovati, per il 2019 la Mostra Internazionale dell’Artigianato diventa Mida. 

 

A restare gli stessi sono location e periodo: l’evento si dislocherà tra gli spazi della Fortezza da Basso, dal 24 aprile al 1 maggio (dalle 10 alle 20 ingresso 7 euro con riduzioni). 

 

Un’inversione di rotta per uno degli eventi 'storici' fiorentini, tra i più partecipati della città, che quest’anno punta a rimettere al centro l’artigianato ‘vero’, gli artigiani e i produttori, molti dei quali negli anni avevano manifestato perplessità e critiche alla kermesse.

 

Qualità, eccellenza e originalità, queste le tre parole che hanno guidato Firenze Fiera, che quest’anno si è avvalsa di un comitato scientifico di esperti che ha vagliato la qualità degli espositori e dei progetti collaterali  “con l’obiettivo di offrire ai visitatori un viaggio appassionante e formativo alle radici dell’ingegno, del fatto a mano”. 

 

Non solo shopping e gastronomia: nei giorni di Mida ci saranno lavorazioni dal vivo, laboratori, visite guidate, mostre. 

 

“Con Mida 2019 non abbiamo solo voluto rinnovare la Mostra, puntando sulla qualità, ma abbiamo seguito l’ambizione di trasformare Firenze in una piattaforma privilegiata per le eccellenze dell’artigianato. Abbiamo tutte le caratteristiche per diventare il cuore italiano ed europeo di questo settore. La candidatura a Città creativa dell’Unesco è un’ulteriore spinta verso questo obiettivo, verso un progetto condiviso da istituzioni, a iniziare da Comune, fondazioni, associazioni e soggetti privati”, ha detto Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera.


Oltre 500 espositori dall’Italia e dal mondo, il 31% internazionali, da paesi europei come Danimarca francai Polonia russa Spagna, ed extraeuropei, tra i quali Azerbaigian, Birmania, Cina, India, Iran, Madagascar, Nepal, Marocco. 

 

Più di 350 gli eventi, e quattro le mostre all’interno della manifestazione, due delle quali saranno visitabili ogni sera gratuitamente, dalle 20 alle 22. Si tratta di Firenze su misura Wunderkammer, a cura di Oma (osservatorio dei mestieri d’arte) e Gruppo Editoriale, che mette in scena in sei stanze le opere di 60 artigiani fiorentini, e di Le sette meraviglie della Toscana, a cura di Once Extraordinary Events, che porta negli spazi della Polveriera la bellezza artigiana del territorio. 

 

Nella sala ottagonale ci sarà Sonus Firenze, installazione multimediale prodotta da Sensemedia, un itinerario di suoni e ritmi degli artigiani a lavoro, mentre nella sala delle colonne torna Ori e Tesori, a cura dell’Associazione Casa Benvenuto Cellini, con laboratori dal vivo di oreficeria, scultura, design e stampa 3D. 

 

Passando ai padiglioni, il Cavaniglia diventa Atelier. Tempi e forme dell’artigianato, una selezione di artigiani e aziende che vede il ritorno in fiera degli Esercizi Storici Fiorentini e delle Botteghe dell’Oltrarno. 

 

New entry di questa edizione la sezione Nuovissimi, dedicata ai giovani, nel padiglione Rastriglia, che ospiterà anche una delle dieci sculture dal giovane artista fiorentino Simafra per il progetto Memorie di Russa a Firenze, organizzato da Artigianato e Palazzo. 

 

Territori è l’offerta del padiglione Spadolini: al piano terra, L’Italia, con artigiani professionisti, e la sezione dedicata alla Casa, a cura di SiCrea. Ma a cambiare sarà soprattutto la parte dedicata all’artigianato internazionale, “Il Mondo”, nell’interrato del padiglione Spadolini, che, promettono gli organizzatori, è stata oggetto di una rigida selezione, dedicata a prodotti di qualità. 

 

Completamente rinnovata anche l’area dedicata a cibo e bevande, improntata sulla sostenibilità, e dedicata a piccoli artigiani e produttori indipendenti, nell’attico del padiglione Spadolini. 

 

Oltre all’accurata scelta degli espositori, si terranno presentazioni e degustazioni di prodotti, laboratori e seminari, con il coinvolgimento di professionisti, istituti alberghieri e di alta formazione, come la Intrecci Academy – Alta Formazione di Sala, o dedicate alla storia, cultura e tradizioni del territorio, come Alla scoperta del MUVIS - Museo del vino… e del turismo che si gusta. 


Mida 2019 propone anche una nuova Area Formativa curata da IQ - Italiaquintessenza con un programma giornaliero di degustazioni del vino, dell’olio e della birra, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Toscana e il Consorzio per la tutela dell’olio extravergine di oliva Toscano IGP. 

 

Tra le consuete sezioni della Mostra, la Basilica dell’Arsenale ospiterà Bellezza e Benessere, da quest’anno riservata a produttori artigianali di cosmetici, profumi, essenze e prodotti per la cura del corpo. 

 

Manufatti per tutti. Lavorazioni in diretta, in Arsenale e Fureria, a cura di Mani Creative, è la sezione dedicata alla realizzazione dal vivo dei prodotti in vendita.  Fanno parte della sezione Manufatti per tutti anche i padiglioni Ghiaie e Liceo, a cura dell’associazione HeyArt, sedi rispettivamente di Ecologia e Recupero, con proposte di oggetti, decorazione per la casa e accessori realizzati con materiali eco-sostenibili e di recupero; e Sartoria e Accessori, che esplora nuove tendenze, stili e materiali di una moda italiana di vocazione artigianale.

 

In esclusiva per i visitatori della mostra, sono tre le proposte di visite guidate gratuite dentro e fuori dalla Fortezza: la visita ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure, i sotterranei e i quartieri monumentali del primo fortilizio mediceo con le guide esperte del MUS.E e i laboratori della Cartiera degli Artigianelli in via dei Serragli 104, nel cuore dell’Oltrarno. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.