Anno Leonardiano, tre mostre a Firenze per celebrarlo

Home Page
06/11/2018

Nardella: 'Firenze si conferma capitale mondiale della cultura'

"Il 2019 sarà l’anno Leonardiano e per Firenze sarà un anno straordinario: oltre alla mostra sul Codice Leicester avremo tre mostre dedicate al genio di Vinci. Una dedicata al Verrocchio, una sul Codice Atlantico, e una sui suoi studi di botanica”. Lo ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenendo alla seconda giornata dei lavori della prima conferenza delle capitali europee della cultura, in corso a Palazzo Vecchio.

 

“Avremo tre eventi portanti – ha spiegato Nardella -: il primo sarà la mostra sul Verrocchio a Palazzo Strozzi, dedicata al maestro di Leonardo, e il Comune presterà il Putto con delfino. In primavera porteremo poi a Palazzo Vecchio una selezione delle tavole del Codice Atlantico custodito alla biblioteca Ambrosiana di Milano grazie alla disponibilità del professor Lorenzo Ornaghi, ex ministro dei beni culturali, e con la curatela della professoressa Cristina Acidini: le tavole sono state selezionate sulla base del lavoro che Leonardo ha fatto a Firenze, sarà una mostra innovativa e inedita nel suo genere. E infine chiuderemo con un altro progetto dedicato agli studi di Leonardo per la botanica, questo grazie a una collaborazione con Aboca, nostra partner nella gestione delle farmacie, per una esposizione che si svilupperà nella seconda parte dell’anno”.

 

“Il 2019 – ha concluso il sindaco – si aprirà quindi sotto i migliori auspici per l’anno Leonardiano e per Firenze. La nostra città si conferma capitale mondiale della cultura, un valore che riempie di orgoglio i fiorentini e che dà la giusta luce a molte nostre istituzioni culturali”.

 


 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.

{* Rimosso come da richiesta del 17/11/2018 *}