Vis Art

Nasce ‘360 Sfumature di Sport”, il progetto dà voce e supporto alle società sportive fiorentine

Visite agli impianti, sportello con commercialisti e consulenti del lavoro e formazione

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 14 luglio 2023 11:22

Lo sport deve riuscire ad avere la dignità, l’importanza e l’autorevolezza che merita da parte di tutti. Siamo partiti da questa base per dar vita a progetti territoriali anche di respiro nazionale, come gli Stati Generali delle società sportive, che hanno voce alle società del territorio per affrontare le difficoltà a cui si trovano davanti tutti i giorni i presidenti e i dirigenti”. Queste le parole di Fabio Giorgetti, presidente della Commissione Sport del Comune di Firenze, che oggi ha presentato il progetto “360 Sfumature di Sport”.

 

Il progetto si inserisce in un percorso iniziato il 26 novembre 2021 con la prima edizione degli Stati Generali delle Società sportive e proseguito con la seconda edizione l'anno successivo, unito ai due convegni di aprile. Ad oggi sono state rilevate più di 2mila società sportive del territorio che hanno partecipato ai quattro eventi.

 

C’è stata una riforma della legge in tema di riorganizzazione delle società sportive molto impattante e che ha riguardato anche i contratti di lavoro. Abbiamo pensato, attraverso la Commissione sport – ha spiegato il sindaco Dario Nardella – di fornire a tutte le società sportive un supporto dal punto di vista della consulenza e dell’affiancamento per affrontare, nel migliore dei modi, questa grande rivoluzione normativa. È complicato per una società dilettantistica affrontare tutte le difficoltà burocratiche, gli aspetti fiscali, le nuove norme e fare i nuovi contratti per il professionismo sportivo. Per questo – aggiunge il sindaco – abbiamo avuto il supporto degli ordini professionali: quello dei commercialisti e quello dei consulenti del lavoro. Questo ci permetterà di avere un servizio anche con ore di formazione per la contrattualistica”. 

 

“Le società dilettantistiche non possono essere lasciate sole devono essere supportate ed affiancate perché sono un patrimonio di relazioni, di formazione importantissimo per tanti giovani che attraverso queste società scoprono la bellezza dello sport e magari poi vanno avanti a livello agonistico. Firenze – ha concluso il sindaco Nardella – è la prima città in Italia che sperimenta questo sistema e ci auguriamo che altre città prendano spunto da noi”.

 

'360 Sfumature di Sport' è un progetto che traccia un percorso delineato e mirato, dedicato alle società sportive: dal suo lancio, oggi, porterà all’evento degli Stati Generali, in programma il 25 novembre 2023 e alla seconda edizione del convegno, in calendario, per il 13 aprile 2024.

 

“Discutere ed affrontare le problematiche quotidiane delle società sportive che 'presidiano' i nostri impianti pubblici e privati, è il nostro obiettivo. Dopo gli anni del Covid in cui le società sportive hanno rappresentato un importante presidio sociale e educativo e sportivo, le problematiche relative all'aumento dei costi energetici, alla finanziabilità della manutenzione straordinaria da effettuare e l’entrata in vigore della riforma dello sport hanno messo a dura prova questo mondo, che merita grande attenzione e rispetto, ma soprattutto un aiuto” ha aggiunto Giorgetti.

 

“360 Sfumature di Sport” prevede, in particolare, la visita in ogni impianto sportivo del territorio e la creazione di uno sportello professionale online gratuito in sinergia con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro. Ed ancora, la formazione continua gratuita su temi di interesse quali: la riforma dello sport, il marketing e le sponsorizzazioni, della finanziabilità delle opere di manutenzione straordinaria e la digitalizzazione delle società sportive. 
 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.