Vaccini, Giani: 'Per il momento non sono previste aperture di ulteriori fasce'

Le risposte del presidente della Regione

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 19 maggio 2021 19:16

"Quando i vaccini per le persone nate nel 1989? E per quelle del 2003?" E' la domanda a cui ha provato a rispondere il presidente della Regione Eugenio Giani: "In molti mi state domandando quando apriranno nuovi anni, ma le vaccinazioni proseguono in base alle direttive del Commissario Straordinario per fasce di età e gravi patologie. Per il momento quindi non sono previste aperture di ulteriori fasce oltre a quelle già comunicate fino ai nati nel 1981".



"Perché non aprire a tutte le fasce di età sotto i 60 anni con AstraZeneca che spesso viene rifiutato e fare degli open day con questo vaccino? Va premesso che il Ministero della Salute e l’Agenzia Italiana del Farmaco hanno raccomandato, al momento, l’utilizzo di AstraZeneca solo sopra i 60 anni. In ogni caso in Toscana, a differenza di altri regioni che si ritrovano dosi inutilizzate, non abbiamo significativi rifiuti per questo vaccino, anzi ci servono invece maggiori dosi per soddisfare l’intera richiesta attuale", conclude Giani.

 

Continuano intanto le prenotazioni dei vaccini per i quarantenni. Agende aperte sul portale online regionale, dalle ore 17 di oggi, mercoledì 19 maggio, per i nati nel 1976 e nel 1977 (45 e 44enni). "Oggi oltre 1.560 cittadini al minuto stanno prenotando il proprio vaccino, un record12mila prenotazioni al momento per la fascia 1976-1977", ha fatto sapere Giani.

 

Domani, giovedì 20 maggio, potranno prenotare la vaccinazione i nati negli anni 1978 e 1979 (43 e 42enni) ed infine, venerdì 21 maggio, i nati nati nel 1980 e nel 1981 (41 e 40enni), andando così a completare l’intera fascia anagrafica degli over 40.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.