Limite sull'Arno, aggredita mentre fa jogging: 36enne arrestato per violenza sessuale e lesioni

La donna sarebbe stata immobilizzata e palpeggiata

Galleria immagini

4137 Visualizzazioni

giovedì 23 maggio 2019 19:46

Nella mattina di oggi, giovedì 23 maggio, gli agenti del Commissariato di polizia di Empoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, traendo in arresto un uomo, cittadino empolese 36enne, indagato del reato di violenza sessuale e lesioni personali.

 

I fatti contestati all’indagato, che hanno poi condotto al suo arresto, risalgono alla mattina di sabato 27 aprile 2019, e sono avvenuti a Limite sull’Arno, dove, alle ore 6.10 circa una ragazza, maggiorenne, era intenta a fare jogging sulla pista ciclabile che da Limite sull’Arno conduce a Capraia Fiorentina.

 

La ragazza, durante la sua corsa, secondo la ricostruzione fornita dalla polizia, sarebbe stata affiancata da un uomo che, improvvisamente, con una violenta spallata, l'avrebbe fatta cadere giù dalla pista, facendola precipitare nel fosso di scolo delle acque posto a margine della pista ciclabile.

 

L’uomo le si sarebbe poi gettato addosso per immobilizzarla, impedendole di alzarsi e, in un primo momento, cercando di togliere i pantaloni della ragazza, mettendo le mani sulla bocca della stessa per impedirle di urlare, minacciandola di morte se non avesse smesso di urlare e dimenarsi.

 

Quindi, riuscendo a vincere le sue resistenze (poiché al ragazza scalciava), le avrebbe abbassato i pantaloncini e gli slip, palpandole poi le parti intime con le mani e procurandole lesioni personali della durata di giorni 10 (contusioni multiple in tentativo di abuso, ecchimosi al gomito destro ed al ginocchio ed alla gamba sinistra, segni di stretta ai polsi ed al collo, come da referto dell’Ospedale San Giuseppe del 27/04/2019).

 

Dopo alcuni minuti, probabilmente anche a causa della viva resistenza opposta dalla donna, l’aggressore avrebbe lasciato la presa per poi allontanarsi a bordo di un'auto.

 

La ragazza, stordita e sotto choc, si è recata prima a casa per poi faris accompagnare dal padre in ospedale, per le cure del caso. Da lì, ha chiamato il Commissariato di P.S.

 

L’attività investigativa, compiuta sulla base di pochi dettagli riferiti in Commissariato dalla ragazza aggredita, si è sviluppata nei giorni successivi analizzando le immagini di video sorveglianza di una vasta zona, sia private ed anche comunali, come quelle poste nel vicino Comune di Montelupo Fiorentino. Tale attività ha consentito agli inquirenti di risalire alla persona oggi arrestata, che annovera a proprio carico altri precedenti di polizia per fatti analoghi, reati di violenza sessuale, commessi in Italia ed anche all’estero.

 

 All’esito dell’esecuzione, il soggetto veniva associato presso la Casa Circondariale di Firenze “Sollicciano” a disposizione della procedente A.G.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.