Scandicci, le telecamere alle fermate della tramvia saranno gestite dalla Municipale

Scandicci
25/06/2019

Accordo tra Comune di Scandicci e Gest

Sarà la polizia municipale a gestire le telecamere alle fermate della tramvia.

 

La gestione delle immagini degli impianti di videosorveglianza delle fermate di Scandicci della tramvia (Aldo Moro, Resistenza, De Andrè e Villa Costanza) diventa competenza del Comando di Polizia Municipale.

 

Il Comune di Scandicci ha infatti firmato con Gest la prima “Convenzione con soggetti privati per l'installazione di telecamere da collegare al sistema di videosorveglianza comunale”, seguendo un modello di collaborazione tra privati e Polizia Municipale reso possibile grazie ad una delibera della Giunta Comunale dello scorso 11 aprile. 

 

“E' importante che la prima convenzione firmata riguardi le fermate della tramvia, luoghi di passaggio di milioni di persone l'anno, nostri cittadini ma non solo; questo è un obiettivo al quale abbiamo lavorato con determinazione – dice l'assessore alla Sicurezza Andrea Anichini – La convenzione per installare telecamere da collegare al sistema di videosorveglianza comunale sta inoltre interessando molti privati, abbiamo già numerose richieste di condomini, di esercizi commerciali e di aziende. Altra notizia è l'installazione di cinque nuove telecamere intelligenti per la lettura delle targhe ai nostri varchi cittadini, che passano così dalle attuali 12 a 17, grazie ad un finanziamento ministeriale che ci aiuta a potenziare il sistema frutto di un nostro progetto, approvato dalla Prefettura e dalle Forze dell'Ordine”. 


"Così come fatto da Gest per le fermate della tramvia, anche aziende, negozi, associazioni di categoria, condomini, o semplici cittadini che installino sistemi di videosorveglianza privati possono cedere – con lo stesso tipo di convenzione - la gestione delle immagini dei loro impianti alla Polizia Municipale, estendendo nei fatti la possibilità di ripresa agli spazi pubblici circostanti la loro proprietà”.

 

Con la firma dell'accordo le telecamere acquistate dai privati entrano a far parte del sistema di videosorveglianza comunale, e sono collegate unicamente a server con accesso esclusivo al Comando di Polizia Municipale.

 

“Le telecamere – è scritto nello schema di convenzione – sono acquistate e installate a cura e spese del Richiedente e sono collegate al sistema di videosorveglianza cittadina comunale, previa valutazione del Comando di Polizia Municipale che esaminerà le relative problematiche tecniche, le modalità di collegamento, la posizione, la compatibilità con il sistema di videosorveglianza comunale”.

 

Per poter entrare a far parte del sistema di videosorveglianza comunale, il progetto sarà sottoposto preventivamente all'esame degli organi statali per l'approvazione.

 

Una volta che il progetto è integrato nel sistema comunale, le immagini saranno gestite dal Comando di Polizia Municipale di Scandicci e trattate nello stesso identico modo di quelle registrate dalle telecamere del sistema della videosorveglianza comunale, nel rispetto della privacy e del Regolamento Comunale per l'utilizzo dei sistemi di videosorveglianza. L'eventuale manutenzione ordinaria delle telecamere, una volta entrate nel circuito della videosorveglianza comunale, sarà a carico del Comune, mentre rimangono a carico del privato la manutenzione straordinaria e la sostituzione delle telecamere quando necessaria.

 

A seguito della stipula della convenzione con il Comune il privato dovrà posizionare uno o più cartelli nelle vicinanze delle telecamere di videosorveglianza, sulla base delle indicazioni fornite dal Comando di Polizia Municipale, chiaramente visibili e conformi al modello stabilito dal Garante per la protezione dei dati personali.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.