Firenze, bonus sociale idrico integrativo: tempo fino al 27 giugno per le domande

Cronaca
25/05/2019

C’è tempo fino al 27 giugno prossimo per consegnare le domande per l’accesso al bonus sociale idrico integrativo anno 2019. Le domande dovranno essere consegnate presso la Direzione Servizi sociali (viale De Amicis, 21), specifica il comune di Firenze in una nota.

 

Il bonus sociale idrico integrativo è un’agevolazione tariffaria, integrativa rispetto al bonus idrico nazionale stabilita dall’Autorità Idrica Toscana e destinata alle utenze cosiddette ‘deboli’, corrispondenti ai nuclei familiari residenti nei Comuni dell’Autorità idrica Toscana che versano in condizioni socio-economiche disagiate.

 

Possono presentare domanda i cittadini residenti nel Comune di Firenze, anche extracomunitari in possesso di regolare titolo di soggiorno, intestatari personalmente e/o un loro familiare di un contratto per la fornitura idrica domestica.

 

Per l’anno 2019, potranno presentare domanda le famiglie con un valore ISEE non superiore ai 15.000 euro e, in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico, il valore ISEE di accesso non potrà superare i 20.000 euro.

 

Agli aventi diritto sarà riconosciuta un’agevolazione di importo massimo pari alla spesa relativa al consumo idrico riferito all'anno 2019, diminuito dell’importo del bonus idrico nazionale.

 

Lo sportello per il ricevimento e per l’eventuale supporto alla compilazione delle domande sarà aperto nelle giornate di martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13. Sarà anche possibile inoltrare la domanda via mail all’indirizzo uffise@comune.fi.it

 

La modulistica per fare la richiesta del bonus idrico integrativo anno 2019 è scaricabile dalla Rete civica del Comune o ritirabile presso la Direzione Servizi sociali.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.