In canoa da Firenze a Pisa in tredici ore, il progetto Navigarno

Cronaca
29/04/2019

Una staffetta di canoisti per valutare le condizioni del fiume

In canoa da Firenze a Pisa, in una giornata. Si tratta della prima volta che una discesa dell’Arno in barca da Firenze a Pisa è stata conclusa nell’arco di una sola giornata.

 

Tredici ore, infatti, sono bastate agli equipaggi della Canottieri Comunali Firenze per coprire i circa cento chilometri che separano il capoluogo dalla foce del fiume.

 

E' il progetto Navigarno, che la Canottieri Comunali Firenze ha portato avanti insieme alla Regione toscana, al Comune di Firenze, all’Autorità di Bacino del Fiume Arno e all’Arpat con l’obiettivo di testare un percorso navigabile sull’Arno per sviluppare il turismo sportivo-esperienziale e salvaguardare l’ambiente del fiume.

 

La spedizione della Canottieri ha stilato un rapporto sulle condizioni del fiume e degli argini, segnalato le criticità e svolto campionamenti di acqua che sono oggetto di valutazioni da parte di Arpat.

 

Prima dell’alba, esattamente alle cinque e mezza, il primo equipaggio di canoisti Maionchi-Mecocci è partito, a bordo di un K2, dalla sede dei Canottieri Comunali al ponte da Verrazzano di Firenze e pagaiato fino a Camaioni (Montelupo), discendendo una trentina di chilometri e superando le prime pescaie. Fianchisti-Del Bo hanno raccolto la staffetta e pagaiato per ventisette chilometri fino a Fucecchio, affrontando quattro difficili pescaie “a rullo” con trasbordi a riva lunghi anche seicento metri, percorsi tra le ortiche con la canoa in spalla.

 

Decisamente più agevole il tratto affrontato dalla coppia Agostini-Ferruzzi che, in corrente, hanno percorso una ventina di chilometri arrivando in un’ora a Pontedera. Lì a dargli il cambio sono stati i discesisti Ghisolfi e Pistolesi, un equipaggio giovane aggiunto a pochi giorni dal via a seguito di una più prudente pianificazione della discesa. Gli ultimi diciotto chilometri di fiume sono stati percorsi in parata da tutte e quattro le canoe e, prima dell’arrivo, predisposto presso la società remiera Canottieri Arno di Pisa, si sono aggiunti altri canoisti per un arrivo collettivo e festoso.

 

Dal punto di vista dell’ambiente, le cose sono andate meglio del previsto, fa sapere il comune di Firenxe. Nonostante siano stati trovati rifiuti abbandonati sugli argini e a galleggio sull’acqua, le condizioni del fiume sono apparse buone. 

 

Un nuovo censimento delle pescaie è cominciato proprio grazie alla discesa di Navigarno, e non mancano le segnalazioni di antiche pescaie fatte a “rullo” che impediscono la risalita del fiume da parte dei pesci, o tratti in cui l’argine abbisognerebbe di maggiore manutenzione.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.