Operazione ‘rastrelliere pulite’ a Firenze, la task force torna nel Quartiere 4

Cronaca
12/04/2019

A maggio sarà il turno del Quartiere 5

Seconda puntata dell’operazione “rastrelliere pulite” nel Quartiere 4 di Firenze

 

Dopo gli interventi dello scorso 3 aprile, la task force composta da agenti di Polizia Municipale, personale di Alia e di Sas tornerà martedì 16 aprile a dedicarsi alla pulizia e agli interventi di manutenzione delle rastrelliere individuate sulla base di una ricognizione puntuale sul territorio.

 

Per consentire la pulizia dell’area e gli interventi di manutenzione, le rastrelliere dovranno essere libere dalle biciclette, rende noto il Comune di Firenze in un comunicato: l’Amministrazione invita quindi i cittadini, attraverso anche della cartellonistica che sarà messa nelle strade interessate nei giorni precedenti, a togliere il proprio mezzo. In caso contrario si procederà con la rimozione.

 

Ecco le strade interessate: via Torcicoda, dall’incrocio con via Spadini verso via Sarnesi, fra i numeri civici 47/A e 47/B; via Palazzo dei Diavoli, dall’incrocio con via Sarnesi verso via Boncinelli, dal numero civico 22 a piazza Batoni; via Cecioni, nel tratto fra i numeri civici 158/A e 160, fronte civico 134 nell’aiuola spartitraffico; via del Sansovino, dal numero civico 199 verso via Benedetto D’Agnolo; via Antonio del Pollaiolo, tra i numeri civici 27 e 29; via Fra’ Filippo Lippi, a cavallo del numero civico 24; via di Soffiano, tra i numeri civici 2R e 2, a cavallo del numero civico 18; via dell’Olivuzzo, a cavallo del numero civico 70; via Andrea da Pontedera, a cavallo del numero civico 77.

 

Dopo il Quartiere 4  l’operazione “rastrelliere pulite” si sposterà nel Quartiere 5: date e strade interessate saranno comunicate successivamente.
 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.