Firenze, truffe e furti ai turisti: un arresto e una denuncia

Cronaca
30/03/2019

Presunte raccolte fondi per l’apertura di un centro internazionale per bambini poveri

Erano stati segnalati da tempo in città diversi casi di persone che avvicinavano turisti ai quali proponevano la sottoscrizione di un modulo per aderire ad una presunta raccolta fondi finalizzata all’apertura di un centro internazionale per bambini poveri ottenendo, molto spesso, anche offerte cospicue.

 

E' quanto fanno sapere i carabinieri, che in una nota precisano che in alcuni episodi, inoltre, si erano accertati contestuali furti con destrezza in danno delle stesse vittime che,  successivamente all’incontro con i finti promotori, si rendevano conto della mancanza di denaro o di oggetti di valore custoditi nelle borse o nei bagagli.


Già dai primi casi accertati, i militari avevano avviato un'azione di contrasto finalizzata, sul piano preventivo, ad informare e mettere in guardia la cittadinanza sulla presenza di questi falsi procacciatori di denaro e alla raccolta di informazioni rivolta essenzialmente all’individuazione degli autori.

 

Già nello scorso weekend, proprio nei pressi della Caserma di Borgo Ognissanti, i carabinieri hanno colto in flagranza due minori, di origine romena, mentre stavano raccogliendo denaro truffando diverse persone, convinte così di partecipare materialmente alla presunta attività benefica. I due, proprio in ragione della loro minore età, sono stati denunciati a piede libero ed affidati ad una comunità. 


Ieri sera, invece, una pattuglia ha bloccato due ragazze, anch’esse rumene senza fissa dimora, che in piazza del Duomo avevano poco prima cercato di derubare un turista cinese. Le due, dopo aver individuato la vittima, l'avevano avvicinata e mentre una gli illustrava l’iniziativa mostrandogli un foglio prestampato di raccolta firme, la seconda, gli apriva lo zaino frugando all’interno alla ricerca di oggetti di valore. Il furto non si concretizzava perchè la vittima si era accorta della ragazza che aveva già le mani all’interno del suo zaino.


Viste le evidenze la ragazza maggiorenne è stata arrestata per il reato di tentato furto aggravato in concorso e sarà giudicata con rito direttissimo in mattinata, mentre la complice, risultata minore, è stata denunciata a piede libero ed affidata alla madre. 


 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.