Firenze, l'arte 'invade' le scuole: le aule vuote diventano atelier per artisti

Arte
01/03/2019

E gli artisti ricambiano con laboratori gratuiti per i ragazzi

L’arte contemporanea 'invade' le scuole fiorentine. E' il progetto di Residenze d’artista nelle scuole, che per la prima volta vede mettere in atto uno scambio tra scuola e giovani professionisti dell’arte.

 

L'iniziativa, nata da un un’idea di Valentina Gensini, direttore artistico de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea in collaborazione con l’assessorato all'educazione e la direzione Istruzione del Comune di Firenze e Regione Toscana, vede gli istituti mettere a disposizione un’aula non utilizzata per accogliere un artista contemporaneo che lavora quotidianamente a scuola trasformando lo spazio nel suo atelier temporaneo.

 

In cambio, l’artista ospitato offre un laboratorio gratuito per gli studenti dell’Istituto coinvolgendo di settimana in settimana classi diverse.


Le prime due scuole fiorentine ad aver aderito al progetto sono l’Istituto Comprensivo Oltrarno (via dei Cardatori, 3), grazie alla dirigente Paola Salmoiraghi, e l’Istituto Comprensivo Poliziano (viale Morgagni, 22), grazie al dirigente Alessandro Bussotti, che hanno accolto rispettivamente Rossella Liccione e Francesco Pellegrino, come riporta una nota del comune di Firenze.


"Per appassionare i bambini al bello - ha sottolineato la vicesindaca e assessora all'educazione Cristina Giachi - non c’è nulla di meglio che metterli a contatto con  i processi creativi e direttamente con la bellezza. È emozionante poter gustare dal vivo l’arte che si produce. Con questo progetto si permette ai più piccoli di avere della creazione artistica  un'esperienza diretta. Questo non significa far diventare il bambino un 'artista' ma, piuttosto, agevolarlo nello sviluppo della creatività, nella capacità di affrontare problemi in maniera sempre diversa e innovativa".

 

E se Rossella Liccione, l’artista “in residenza” presso l’Istituto comprensivo Machiavelli, coinvolge i ragazzi nelle sue rielaborazioni in plexiglass realizzando installazioni ambientali e light box colorati, Francesco Pellegrino, all’Istituto Comprensivo Poliziano, fa sperimentare agli alunni un allargamento dell’idea di musica e suono attraverso la multimedialità, le tecnologie e le installazioni sonore interattive in cui i giovani studenti “suonano l’acqua” visualizzando le onde sonore. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.