Firenze, Nardella presenta il bilancio di fine mandato: 'Realizzato il 95% del programma'

Cronaca
23/02/2019

Nell'ambito dell'evento 'Quanto fa Firenze'

Nardella dà i numeri e fa i conti di fine mandato. Il sindaco ha infatti presentato ieri pomeriggio il bilancio di fine mandato, nell’ambito dell’evento ‘Quanto fa Firenze’, che si è tenuto in Sala d’Arme a Palazzo Vecchio. 

 

E sui numeri, Nardella parte dal 95%. “In questi cinque anni abbiamo realizzato il 95% dei punti contenuti nel programma di mandato di cui fanno parte 251 azioni. Di queste l’83,27% sono state completamente realizzate, mentre l’11,95% sono in dirittura di arrivo. Ci resta invece da realizzare il 5% dei progetti previsti nel 2014”, spiega Dario Nardella. 

 

“La legge italiana impone a tutte le amministrazioni locali di fare un rendiconto di ciò che è stato fatto nel mandato - ha spiegato il sindaco - Noi abbiamo anche deciso di comunicarlo in maniera diretta e trasparente a tutti i cittadini e per farlo ci siamo avvalsi di un soggetto terzo che ha certificato la corrispondenza di quello che abbiamo fatto rispetto a quello che abbiamo promesso.  Mi limiterò a parlare delle cose fatte, senza parlare del futuro, ma mettendo in ordine le cose che si sono realizzate, e con onestà, anche quelle non realizzate”.

 

La valutazione dello stato di realizzazione delle azioni del programma di inizio mandato del sindaco è stata fatta dalla società Depp sulla base dei dati raccolti dalle singole Direzioni comunali per la stesura della relazione di fine mandato, che il sindaco presenterà lunedì pomeriggio in Consiglio comunale.

 

“È la prima volta che Firenze si fa certificare il lavoro svolto nel mandato da un soggetto terzo - ha continuato Nardella - La nostra decisione è stata motivata dal fatto che vogliamo che siano soggetti autonomi e professionali a dare un giudizio sul nostro operato. Io credo che questo modo di parlare con i cittadini sia serio perché raccontiamo quello che abbiamo fatto e quello che non siamo riusciti a fare. Sono abbastanza soddisfatto del nostro operato anche se c’è ancora molto da lavorare. Ad esempio, non abbiamo realizzato alcuni parcheggi e alcune pedonalizzazioni, in questo caso penso a quella di viale Paoli”.


Base di partenza il programma di mandato del 2014, che conteneva 251 azioni previste. Tale programma è stato suddiviso in azioni, monitorate negli anni, dividendole tra raggiunte, in corso e non raggiunte. I dati da oggi saranno pubblici.
 

Dalla scuola alla sicurezza, dal verde pubblico ai trasporti, dal sociale allo sport, Nardella passa in rassegna le azioni fatte argomento per argomento.


"Vogliamo raggiungere la sicurezza non con la militarizzazione, ma rendendo la comunità coesa e la città vivibile. Per esempio abbiamo investito oltre un miliardo e 200mila euro per riqualificare periferie. Parlando di videosorveglianza, dalle 140 telecamere del 2014, siamo passati alle 510 del 2018, e ancora ne avremo altre 250 nel 2019".


Firenze è cambiata in cinque anni? "Si, è cambiata molto, forse anche troppo - dice Nardella - visto i tanti cantieri aperti che hanno generato comprensibili lamentele, ma una città che si trasforma non può non partire dai cantieri. Parlando di rigenerazione urbana, oggi a Firenze non c'è una ex caserma che non abbia già avuto un progetto di rigenerazione o che non abbia un progetto pronto a partire. Agire senza consumare nuovo solo ma rigenerando vuol dire prendersi cura del patrimonio cittadino". 
 

Argomento caldo quello di mobilità e trasporti, dove Nardella sottolinea di aver raggiunto "una forte diminuzione dell'inquinamento, con 14mila tonnellate in meno di CO2 nell'aria. Sui parcheggi invece avremmo dovuto fare di più. Tra gli obiettivi non realizzati c'è la pedonalizzazione di viale Paoli".
 

Passando a sostenibilità e ambiente, Nardella riferisce di aver superato l'obiettivo di piantare 10mila alberi, piantandone più di 12mila. La raccolta differenziata è passata dal 51 al 54%. 


"Sul sociale, abbiamo investito 56 milioni di euro nel piano casa. Non basta occuparsi di sgomberi se non si ha anche una politica di inclusione, tra contributo affitti, assegnazioni erp, social housing".
 

Il sindaco parla anche di sport, citando la realizzazione di 5 impianti sportivi, e il rinnovo di altri 57 rinnovati, oltre all'obiettivo di avere un defibrillatore in ogni impianto comunale. 


Nardella chiude con i ringraziamenti. "Sapevamo di avere davanti cinque anni difficili, erano stati impostati tanti progetti ma pensare una cosa è più facile di realizzarla. Non è un lavoro che ho fatto da solo, ringrazio tutto il consiglio comunale, sia maggioranza che opposizione. Ringrazio la giunta, perché con gli assessori abbiamo lavorato con spirito di grande collegialità. Ringrazio la macchina comunale, direttori, dirigenti, posizioni organizzative, ma il grazie più grande va ai nostri 3958 dipendenti".

 

Per le informazioni su tutte le azioni e i numeri del bilancio di fine mandato si può consultare il sito www.firenzeacontifatti.it

 

 

Irene Grossi
 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.