Sovraffollamento all’ospedale di Ponte a Niccheri, l’Ausl: ‘Pazienti regolarmente assistiti dal personale’

Cronaca
22/02/2019

Nessuna segnalazione relativa di avvenuti eventi avversi è pervenuta al Rischio Clinico aziendale

Nessuna situazione drammatica o di emergenza all’ospedale Santa Maria Annunziata a Firenze.

 

Alla direzione sanitaria e infermieristica del presidio ospedaliero di Ponte a Niccheri non risulta la situazione allarmante rappresentata dal sindacato CGIL - Funzione pubblica, fa sapere l’Ausl Toscana Centro in un comunicato. In particolare, non è stato rilevato alcun rischio clinico per i pazienti, regolarmente assistiti dal personale e nessuna segnalazione relativa di avvenuti eventi avversi, ad oggi, è pervenuta al Rischio Clinico aziendale. 

 

“Proprio per garantire ai pazienti tutta l’assistenza necessaria il personale, anche in questi giorni, attraverso l’attivazione del PGSA (piano di gestione dell'iperafflusso) è stato potenziato sia per assicurare i percorsi clinici e assistenziali in pronto soccorso che i ricoveri, principalmente in area medica – riporta il comunicato dell’Ausl Toscana Centro - Nei setting assistenziali delle linee mediche  sono stati sempre garantiti i minimi assistenziali anche del personale OSS – operatori socio sanitari (4 mattina e 2 pomeriggio), anche nei periodi di sovraffollamento con l’aumento del carico assistenziale”.
 

Sempre per garantire ai pazienti il ricovero, fa sapere l’Ausl Toscana Centro, le direzioni sanitaria e infermieristica, nei periodi di iperafflusso come da PGSA hanno attivato 2 o massimo 3 posti letto aggiuntivi, e non in ogni reparto. Questo si sarebbe verificato nei primi quindici giorni di gennaio.
 

 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.