Firenze, minacciato con un coltello per una telefonata a voce alta

Cronaca
08/02/2019

Aggredito da un connazionale che stava ospitando a casa

Minacciato con un coltello dentro casa propria. 

 

La scorsa notte i carabinieri sono intervenuti in via Versilia a seguito di una segnalazione telefonica. Sul posto, i militari, pur trovando una situazione apparentemente tranquilla, hanno ricostruito quello che era successo pochi istanti prima: il proprietario di casa, un 44enne rumeno, ha raccontato che stava ospitando da un paio di giorni, a titolo di cortesia nei confronti di un suo amico, un connazionale 47enne. Quest’ultimo, poco prima, infastidito da una telefonata a voce alta del proprietario di casa, ha iniziato a insultarlo e aggredirlo, anche fisicamente. 

 

A seguito dell’invito a lasciare l’abitazione, vista anche la presenza del figlio minore del proprietario, l’ospite ha afferrato un grosso coltello da cucina e, bloccato al collo la vittima con una mano, gli ha puntato la lama al volto minacciandolo di morte, rende noto l'Arma in un comunicato. 

 

Il 44enne, riuscito a far calmare momentaneamente l’uomo, si è rifugiato in una stanza e con il telefonino ha mandato dei messaggi di aiuto al vicino di casa, che ha avvisato il 112.

 

I militari, accertati i fatti, hanno arrestato il 47enne, ritenuto responsabile di violenza privata aggravata dall’uso dell’arma, ed è stato giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna.

 

Il proprietario di casa e il figlio non hanno riportato ferite e il bambino. 

 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.