Firenze, sospesa la licenza ad un club. La versione dei gestori

Cronaca
16/01/2019

Sospesa per 15 giorni l'attività nella sede di un'associazione culturale

Ieri sera, martedì 15 gennaio, i carabinieri hanno notificato al presidente di un’associazione culturale la sospensione della licenza dell’esercizio per 15 giorni. Il provvedimento, emesso dal Questore di Firenze, è scaturito a seguito di diversi episodi criminosi, da ultimo un’aggressione il 13 gennaio ai danni di due giovani clienti, ricorsi alle cure mediche. 

 

I carabinieri hanno evidenziato alcuni fatti violenti, si legge nella nota dell’Arma: il 5 gennaio, un gruppo di giovani clienti del locale avrebbe rubato la statuetta del Bambini Gesù dal Presepe allestito sul sagrato della Basilica di Santo Spirito; nel gennaio e nell’aprile 2018 si sono verificate due aggressioni in danno di frequentatori. 

 

Il locale, riporta sempre il comunicato dei carabinieri, era stato anche da tempo segnalato dai residenti come luogo di aggregazione di giovani che, con il consumo di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti, creando schiamazzi con disagi per gli abitanti vicini.
 

I gestori del locale in questione però ci tengono a fornire la loro versione dell'accaduto, in merito ai fatti della sera del 13 gennaio. "La vicenda prende origine in via Mazzetta, all'angolo con Piazza Santo Spirito - si legge nella nota fornita dai responsabili dell'esercizio - allorché un gruppo di 5 ragazzi, presumibilmente provenienti da Roma e visibilmente alterati, hanno iniziato a molestare una giovane ragazza fino a quando giungeva in suo soccorso un ragazzo che purtroppo veniva immediatamente sopraffatto dal gruppo. Vedendo la situazione, un addetto alla sicurezza del locale decideva di intervenire percorrendo tutta via Mazzetta e riusciva non senza difficoltà a liberare la coppia che veniva poi fatta entrare nel club per protezione e per impedire un nuovo contatto. Lo stesso addetto alla sicurezza, accortosi che il gruppo, di cui principalmente due erano i più esagitati, non si arrendeva, tanto da tentare più volte di entrare forzando la porta d'ingresso, si vedeva costretto anche a chiamare i carabinieri che sopraggiungevano portando via i due giovani malcapitati. La volante, tuttavia, dopo un breve giro nel quartiere, fatto per far desistere il gruppo dalla loro condotta, riportava i due ragazzi in prossimità del locale ma si trovavano nuovamente costretti di lì a poco a fronteggiare il gruppo, nello specifico la ragazza prenderà anche uno schiaffo. A quel punto venivano fatti immediatamente rientrare nel locale dove tuttavia i due più esagitati, gli altri avrebbero desistito disapprovando quella condotta ed entrando loro stessi in lite con i primi, approfittando di un momento di calma, vi facevano irruzione usando violenza e minaccia nei confronti di più soggetti fino a quando non venivano allontanati. Per questi fatti sia l'Associazione che le persone rimaste ferite adiranno le vie legali nei confronti degli autori di questa riprovevole condotta".

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.