Decoro e vivibilità, bilancio positivo delle ordinanze ‘piazze vivibili’ e via dei Neri

Cronaca
16/01/2019

Il sindaco Nardella: “Soddisfazione per il lavoro della Polizia Municipale”

Un risultato positivo quello dell’ordinanza ‘piazze vivibili’ e di quella relativa a via dei Neri, tanto che a marzo potrebbe arrivare il bis. È quanto ha dichiarato il sindaco Dario Nardella facendo il bilancio delle due ordinanze. 

 

La prima, firmata a fine luglio, aveva l’obiettivo di allontanare da una serie di piazze e giardini, individuate sulla base del monitoraggio della Polizia Municipale e delle segnalazioni dei cittadini, quelle persone che con i loro comportamenti molesti finivano per allontanare le famiglie e i fruitori degli spazi pubblici. Cinque pattuglie per turno hanno coperto in postazione fissa le aree individuate dall’ordinanza: via Reims-via Gran Bretagna; piazza Bartali-via Fez; piazza Pier Vettori; giardino di via Allori; giardino di via Galliano; piazza della Libertà-Parterre; piazza Santo Spirito; il Giardino della Catena nel Parco delle Cascine. Fino al 31 ottobre, rende noto il Comune di Firenze in un comunicato, sono stati effettuati 543 controlli con 8 denunce per inosservanza dell’ordinanza, alle quali si sono aggiunte 24 sanzioni elevate sulla base del Regolamento di Polizia Urbana e hanno riguardato essenzialmente il bivacco. 

 

“Con l’ordinanza ‘piazze vivibili’ – ha dichiarato Dario Nardella – abbiamo consentito ai cittadini di vivere con maggior tranquillità le piazze e i giardini interessati, andando a colpire i fenomeni del bivacco, del possesso di alcolici e degli assembramenti collegati a questo tipo di fenomeno. Siamo soddisfatti dell’esito di queste delle ordinanze e non escludiamo di firmarne analoghe a partire da marzo prossimo quando tornerà la bella stagione e, probabilmente, si ripresenteranno situazioni  simili a quelle dello scorso anno”.

 

La seconda, firmata all’inizio di settembre, mirava alla tutela della vivibilità e del decoro di via dei Neri e della zona limitrofa, in particolar modo vietando di consumare alimenti soffermandosi sui marciapiedi e in carreggiata. In questo caso la Polizia Municipale ha effettuato un presidio anche in piazzale degli Uffizi, piazza del Grano e via della Ninna. La presenza degli agenti ha avuto una funzione preventiva e di deterrenza dei comportamenti vietati: non sono state infatti elevate sanzioni specifiche, fa sapere il Comune fiorentino nel comunicato.

 

Siamo molto contenti del lavoro che la Polizia Municipale ha svolto dall’estate scorsa fino a pochi giorni fa nell’applicazione dell’ordinanza ‘piazze vivibili’ e di quella di via dei Neri – ha sottolineato il sindaco Nardella –  Questa soddisfazione l’abbiamo registrata anche tra i cittadini e i commercianti. I nostri agenti sono stati presenti sul territorio con un lavoro di presidio e prevenzione. L’ordinanza per via dei Neri non aveva solo la finalità repressiva di sanzionare, aveva soprattutto quella di prevenire i comportamenti più volte segnalati e garantire un controllo del territorio maggiore. Così è stato e i risultati si sono visti. Abbiamo ricevuto le congratulazioni di residenti e commercianti e anche la richiesta di andare avanti”. 

 

Nell’occasione il sindaco Nardella ha fatto il punto dell’attività delle due recenti novità all’interno del corpo di Polizia Municipale: la squadra antidroga e il gruppo cinofilo. “La Polizia Municipale ha fatto anche un lavoro egregio sul fronte del contrasto allo spaccio anche grazie alla nuova squadra antidroga e all’unità cinofila. Questo ci ha consentito di sequestrare quantità importanti di sostanze e di fare un lavoro di supporto a quello delle forze dell’ordine, che sono il primo fronte impegnato nel contrasto alla criminalità e allo spaccio – ha ribadito Nardella – Non arretreremo di un centimetro. Alle Cascine, ad esempio, le nostre pattuglie stanno supportando l’azione di contrasto dei Carabinieri e i fiorentini stanno vedendo i risultati”.

 

La squadra antidroga, ha spiegato il comandante Casale, è composta da 6 agenti che lavorano in borghese individuati all’interno del corpo. Dall’inizio della loro attività, hanno effettuato una dozzina di arresti nelle zone “calde” per lo spaccio come il Parco delle Cascine e i giardini della Fortezza da Basso. Il lavoro della squadra antidroga è supportato dall’attività dell’unità cinofila composta da 3 cani con il loro agenti-conduttori che sono anche proprietari degli animali: Piper, già operativo, Ombra e Babacar in addestramento. “L’unità cinofila ha effettuato numerosi interventi in piazze e giardini cittadini – ha sottolineato l’assessore Gianassi – I cittadini iniziano a conoscerli e sono molto contenti, come pure dell’attività della squadra antidroga che interessa in particolar modo gli spazi pubblici frequentati dalle famiglie, come appunto le Cascine ma anche i giardini della Montagnola e di San Piero a Quaracchi”.
 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.