Amianto nella scuola, trasferiti gli studenti

Sesto F.no
19/12/2018

Trovata una soluzione per gli studenti

E' stata trovata una soluzione dalla Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con il Comune di Sesto Fiorentino e del Comune di Calenzano, per la sistemazione di centinaia di studenti della succursale Tifariti dell'Istituto Calamandrei di Sesto, scuola che aveva evidenziato la presenza di amianto nelle mattonelle di linoleum della pavimentazione e nella colla utilizzata per la posa delle stesse.

 

Sono stati individuati due edifici per lo spostamento delle lezioni: uno in via Vittorio Emanuele 32, a Settimello, e l'altro nell'ex Consiag di via Savonarola a Sesto. Qui verranno allestite le aule (14 in via Vittorio Emanuele e le restanti a Sesto) della succursale Tifariti dell'istituto Calamandrei.

 

"Impegnati nelle operazioni di bonifica della scuola Tifariti - commenta Giampiero Mongatti, consigliere della Metrocittà delegato alla Rete scolastica - siamo finalmente in grado di comunicare anche la soluzione logistica che consentirà di condurre le attività didattiche, in modo ordinato, in strutture destinate alla succursale del Calamandrei".

 

I tecnici della Metrocittà sono a lavoro per tutti i passaggi necessari, a partire da allestimento e arredi, si legge nella nota. "Si attende dunque che la città metropolitana predisponga tutti gli atti necessari affinché il 7 gennaio le classi possano regolarmente frequentare nelle due strutture individuate", aveva scritto in una nota la presidenza dell'Istituto. Nel frattempo, erano stati riorganizzati gli orari nella sede centrale di via Milazzo a Sesto, con i ragazzi che avevano dovuto svolgere le lezioni anche in orario pomeridiano (14-18.45).

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.