Firenze, nuova fermata ferroviaria in viale Guidoni collegata alla linea 2 della tramvia

Cronaca
06/12/2018

A comunicarlo il sindaco Dario Nardella

Una nuova fermata ferroviaria collegata al centro dal tram e vicina all’aeroporto e all’autostrada.

 

Si tratta, si legge in una nota del comune di Firenze, della nuova fermata ferroviaria che sorgerà in viale Guidoni e che sarà collegata a quella della linea 2 della tramvia di Firenze.

 

“Questo progetto è molto importante e utile per i cittadini di Firenze e non solo – le parole del sindaco Nardella riportate nella nota del comune di Firenze – . Sarà infatti la fermata ferroviaria più integrata di tutta la Regione che consentirà di collegare quest’area di Firenze con tutte le principali destinazioni tra cui Empoli, Siena, Pisa, Livorno. A questo di aggiunge il fatto che sarà collegata con la nuova linea T2 della tramvia Aeroporto-Stazione grazie alla quale i pendolari potranno arrivare in centro come pure al polo ospedaliero di Careggi utilizzando il trasporto pubblico su ferro grazie all’interscambio ferrovia-tramvia. E l’integrazione sarà reso ancora più efficiente dal nuovo parcheggio scambiatore che entrerà in servizio a fine anno, inizialmente con 250 posti che in prospettiva diventeranno 1.500, ad uso principalmente dei pendolari e anche dei bus turistici come avviene con Villa Costanza”.

 

Il progetto prevede la realizzazione della fermata ferroviaria in prossimità della sottovia di viale Guidoni, lato nord. Dalla quota della banchina ferroviaria è prevista la possibilità di realizzare passerelle per l’attraversamento di viale Guidoni e viale XI Agosto e percorsi a raso di collegamento con le fermate GUIDONI e MONTEGRAPPA della linea T2 Vespucci.


 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.