Intervista esclusiva a Daly Santana, che sabato sfiderà la capolista Novara della Egonu e Chirichella

Sport
22/11/2018

Daly ci presenta la sfida alla capolista e ci racconta del suo rapporto con Firenze e come pensa di fermare la stella Egonu.

Sabato 24 Novembre alle ore 20.30, il Bisonte Firenze, sfiderà la capolista e pretendente al titolo Novara, squadra che annovera tra le proprie fila anche le due nazionali italiane Chirichella e Paola Egonu, miglior realizzatrice all'ultimo mondiale in Giappone.

 

Abbiamo intervistato in esclusiva la pallavolista del Bisonte Daly Santana, che ci presenta la partita e ci racconta anche del suo rapporto con Firenze e molto altro ancora.

 

Sabato sera sfiderai leader e pretendenti al titolo Novara, quali sono i tuoi sentimenti per questa partita?

 

“Penso che la nostra squadra sia cresciuta e migliorata molto, dall'inizio della stagione, ma vogliamo migliorare ancora e per riuscirci abbiamo sempre bisogno del sostegno del nostro pubblico. Alla fine della partita non importa chi è dall'altra parte del campo se non ci concentriamo, non riusciamo a mettere in pratica ciò per cui abbiamo lavorato e che abbiamo preparato in settimana.”

 

Sabato sfiderai Paola Egonu, la miglior realizzatrice dell'ultimo campionato del mondo in Giappone, con 324 punti. Come pensi di poterlo fermare?

 

“Di nuovo, tutto quello che è importante è come ci prepariamo noi per questa partita, non un piano contro la squadra e / o contro qualsiasi giocatore particolare. Il nostro compito sarà seguire la nostra strategia e riuscire a mettere in pratica ciò che abbiamo studiato su di loro, dal primo all'ultimo punto. Penso che concentrarsi specialmente su un buon blocco difensivo contro una squadra come Novara, ci consentirà di competere al loro livello.”

 

Come stai a Firenze... Ti piace la città, qual è il tuo rapporto con Firenze?

 

“Adoro la città! È sicuramente una delle mie città preferite nel mondo. Penso che sia unica al mondo, unisce la calma e la bellezza della campagna e la vita viva e vibrante della città nel centro di Firenze.  Sono veramente molto entusiasta e felice di vivere a Firenze. Mi dà così tante opzioni e così tante cose da fare e penso che sia importante quando sei una giocatrice straniera che vive da sola in un ambiente diverso dal suo. Firenze è un luogo in cui si impara molto sulle persone, la storia, la cultura, ma ti permette anche di aiutarti a  a conoscerti meglio e capire se stessi e adoro questo.”

 

Come passa le sue giornate, un'atleta professionista come te. Raccontaci come trascorri le tue giornate e quali sono i tuoi interessi e hobby

 

“Penso che ogni atleta professionista sappia che le nostre giornate sono lunghe e piene di molta pallavolo, pesi, palestra, tattica e altro, quindi, ogni volta che ho la possibilità di essere a casa nei miei giorni liberi, cerco di riposarmi e ricaricarmi per una nuova settimana. Se ho tempo mi piace anche camminare in centro e provare nuovi posti dove mangiare o prendere un caffè o un gelato. Cerco di conoscere la città a volte visitando musei o qualsiasi luogo storico o semplicemente seduta da qualche parte ad assorbire tutta la bellezza che c'è in questa città”.

 

Molte ragazze sognano di diventare come te, quanto è stato difficile diventare un professionista ed essere un titolare di Bisonte?

 

“Penso che la parte più difficile dell'essere un giocatore professionista sia ritenerci responsabili. Penso che sia la parte più importante. Come reagisci alle avversità e trovi il modo per superare qualsiasi situazione. L'atteggiamento è tutto in qualsiasi sport, quindi imparare ad avere uno stile positivo verso i propri obiettivi e non smettere mai di crederci è fondamentale, poi tutto il resto viene naturalmente.”

 

 

Quali consigli o segreti daresti ai giovani aspiranti giocatori di pallavolo?

 

 “Dico sempre che il fallimento non è un'opzione, l'ho persino tatuato per ricordarmelo casomai lo dimenticassi, non sto dicendo a loro di farsi un tatuaggio (dice sorridendo), sto solo dicendo che se ci credi puoi riuscire, non devi mai mollare, se lasci il fallimento come un’opzione, è un opzione in più, che non devi avere e non ti serve.. Il fallimento non vince mai se continui e non ti arrendi mai.

Tutti parlano del lato bello della pallavolo, dei bei risultati o dei trofei, ma la pallavolo, come qualsiasi altro sport è molto di più, è sacrificio, duro lavoro, tempo, pazienza. La maggior parte dei giorni non va come vorresti te ed è difficile reagire, ma lo devi fare, devi cercare di migliorare, di crescere come giocatrice e come persona è difficile migliorarsi ma lo devi fare, devi sempre cercare di migliorare.
Quindi, giovani aspiranti giocatrici di pallavolo, non arrendetevi perché il fallimento non è un'opzione e un giorno ne varrà la pena.”

 

Al momento siete ottave in classifica, quale campionato ti aspetti che possa fare il Bisonte?

 

“Credo che questa squadra abbia un grande potenziale, tuttavia, i nostri obiettivi al momento sono di continuare a migliorare un passo alla volta. Non pensiamo su cosa saremo a fine campionato ma pensiamo solo a lavorare, allenarci e concentrarci su chi siamo adesso. Questa sarà sicuramente una stagione di crescita della squadra e del gruppo, certo spero che sia una stagione esaltante per questa squadra. Continueremo a lavorare insieme, migliorando e dando il meglio ogni giorno per poter diventare la migliore versione di noi stessi e per essere la miglior squadra che possiamo essere.”

 

 

Emiliano Carri
 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.