Firenze si tinge di blu per la Giornata mondiale dell’infanzia

Cronaca
20/11/2018

Illuminati di blu la Loggia dei Lanzi e la facciata storica degli Innocenti

Firenze si tinge di blu per l'infanzia. La città si unisce al Centro di ricerca Unicef Innocenti e all’Istituto degli Innocenti per colorare la Loggia dei Lanzi e la facciata storica degli Innocenti di blu, in occasione della Giornata mondiale dell'infanzia, nell’anniversario dell’adozione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia (CRC, Convention on the Rights of the Child).

 

All’accensione del Loggiato dell’Istituto degli Innocenti, questo pomeriggio alle 17 erano presenti: Sara Funaro, assessora a Welfare e sanità, accoglienza e integrazione, pari opportunità, casa del Comune di Firenze; Priscilla Idele, direttrice del Centro di ricerca Unicef Innocenti; Giovanni Palumbo, direttore generale dell’Istituto degli Innocenti; Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana.

 

“Siamo felici e orgogliosi di partecipare alla Giornata Mondiale dell’Infanzia illuminando di blu la Loggia dei Lanzi e la facciata dell’Istituto degli Innocenti. Quest’ultimo è un gioiello di architettura e arte ma soprattutto il simbolo di quella che è da sempre Firenze: una città dal cuore grande, al servizio dei più deboli - ha detto il sindaco Dario Nardella - Qui, secondo una tradizione secolare, venivano abbandonati i piccoli indesiderati, i bambini non voluti, e qui trovavano il calore e l’accoglienza che meritavano. Ancora oggi l’Istituto porta avanti una straordinaria opera a favore dei bambini e l’iniziativa di Unicef non poteva trovare cornice più adeguata e meritevole.”

 

“Oggi Firenze si unisce ai 100 Paesi del mondo dove luoghi simbolici verranno colorati di blu - #GoBlue -in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia per richiamare simbolicamente l’attenzione ai diritti dell’infanzia e ad un futuro migliore per tutti i bambini. Siamo particolarmente orgogliosi di far parte di questa grande iniziativa globale  nel luogo dove oltre 600 anni fa hanno avuto origine l’umanesimo, la filantropia e la protezione dell’infanzia e dove questa tradizione continua a fiorire ancora oggi” ha detto Priscilla Idele, direttrice del Centro di ricerca Unicef Innocenti. 

 

Il prossimo anno il Centro di ricerca Unicef Innocenti celebrerà simultaneamente il trentesimo anniversario della Convenzione dei diritti dell’infanzia e quello della propria inaugurazione a Firenze presso l’Istituto degli Innocenti, che a sua volta festeggerà i 600 anni dalla propria fondazione avvenuta nel 1419. 

 

“Siamo felici di partecipare all’iniziativa mondiale di Unicef Go Blue e ‘dipingere’ la facciata dell’Istituto degli Innocenti per ricordare l’anniversario dell’approvazione da parte dell'Assemblea Generale dell'Onu della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, convenzione sulla quale si fonda oggi tutta l’attività del nostro Istituto che lavora da 600 anni per difendere i diritti di bambini e ragazzi - commenta la presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida -. Ogni 20 novembre per l’Istituto degli Innocenti è un giorno speciale, il giorno in cui celebriamo l’impegno ad assicurare a tutti i bambini un futuro migliore a partire da quello che è più importante per loro come l’istruzione, la possibilità di giocare, di vivere in ambienti sereni, di mangiare bene, di sentirsi al sicuro”.

 

“Quello di oggi - ha sottolineato l’assessore Funaro - è un momento fondamentale per porre in maniera forte l’attenzione sui pericoli ai quali sono esposti, oggi, bambini e adolescenti. Sull’importanza di garantire i diritti ai cittadini più piccoli c’è un consenso universale ma, purtroppo, ancora tanti di loro sono, anche in Italia, vittime di violenze o abusi, discriminati, emarginati o vivono in condizioni di grave trascuratezza”. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.