Avamposti Teatro Festival 2018, quattro appuntamenti per grandi e piccini a Calenzano

spettacoli
17/09/2018

Appuntamento martedì 18 e mercoledì 19 settembre

Continua la programmazione di Avamposti Teatro Festival 2018, quest’anno dedicato al tema “oltrepassare i confini”, che coinvolge luoghi particolari e suggestivi dell’area fiorentina.

 

Avamposti Teatro Festival prosegue con due appuntamenti a ingresso libero alla Biblioteca Civica di Calenzano


Martedì 18 settembre, alle ore 21.30, Beppe Salmetti e Simone Tangolo della compagnia Idiot Savant presenteranno “Non ci siamo per nessuno – canzoni e cose da dire”: con ironia canteranno e parleranno di personaggi che muoiono, di persone che non esistono, di persone che sarebbero dovute esistere. Canzoni attraverso i mali della nostra società con amori contemporanei che falliscono, un uomo che non riesce a impiccarsi, due del pubblico che si incontrano e si innamorano e la domanda che almeno una volta nella vita tutti si sono fatti.


Dedicate ai più piccoli le “Favole e merenda” che Giulia Aiazzi proporrà mercoledì 19 settembre, alle ore 17.


Al Teatro Manzoni di Calenzano, invece, andrà in scena giovedì 20 e venerdì 21 settembre l’anteprima nazionale di “Tutto il male che non ti ho fatto”, con Elena Arvigo, Antonio Fazzini ed Eugenio Nocciolini. Una storia ambientata sul palco di un piccolo teatro in cui un attore e un produttore stanno cercando di costruire uno spettacolo di successo coinvolgendo una famosa attrice della televisione che, prima della celebrità, aveva mosso i primi passi sui palcoscenici proprio con quell’attore. Lui però si accorgerà che il suo “spirito selvaggio” non era altro che una corazza per proteggersi da qualsiasi offesa esterna, mentre lei troverà il coraggio per voltare le spalle ad una vita facile ma infelice.


Altro appuntamento a Calenzano, sempre al Teatro Manzoni, sabato 22 settembre, con la prima regionale di “Giovanna D’Arco_La rivolta”. Vincitore del Lambda Literary Award in Drama è il testo d’esordio di Carolyn Gage, drammaturga, performer, regista e attivista. Giovanna è un’adolescente in fuga da un padre violento e alcolizzato, da un destino di moglie e madre, che già aveva segnato la madre e la sorella. Giovanna muore per il diritto di indossare abiti maschili, è una ribelle, irriverente, impenitente e incrollabilmente fedele alla propria visione. Giovanna ritorna per condividere la sua storia con le donne contemporanee.
 
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.