Firenze, la firma per i Nidiaci: l'area è ora del Comune. 'Partiranno i lavori per la ludoteca'

Cronaca
14/09/2018

Firmato l’atto di cessione gratuita da parte del privato all’Amministrazione

E’ stato siglato oggi, venerdì 14 settembre, in Palazzo Vecchio, l’atto di cessione gratuita dell’area del giardino dei Nidiaci all’Amministrazione comunale da parte del privato. Alla fìrma erano presenti, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini.

 

"È fatta - ha detto l’assessore Bettarini - Una firma importante che dà inizio alla nuova vita dei Nidiaci dopo una vicenda andata avanti per decenni. Adesso ci siamo: abbiamo formalizzato la cessione gratuita dell’area al Comune e potranno finalmente partire i lavori della ludoteca. Rischiava di diventare un parcheggio, ora torna ai cittadini”. 

 

Con la firma di oggi, come spiega il comune di Firenze in una nota, il privato cede la proprietà dell’area del giardino al Comune di Firenze. La sigla arriva dopo l’ok del marzo scorso della giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini, e dopo l’approvazione del Consiglio comunale che ha accettato la cessione gratuita dell’area da parte della società proprietaria.

 

Successivamente, come previsto dall’atto d’obbligo del dicembre 2014, la società provvederà a propria cura e spese anche alla realizzazione della ludoteca, sulla base del progetto realizzato dalla direzione Servizi tecnici. 

 

“Una questione della quale si parla da anni – ha detto il sindaco Nardella – e che per la prima volta arriva a una soluzione definitiva. Un risultato molto importante per l’Amministrazione e per tutto il quartiere dell’Oltrarno”.

 

 


 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.