Addio a Nano Campeggi, cartellonista di Hollywood. Nardella: 'Ha portato Firenze nel mondo'

Home Page
30/08/2018

E' considerato tra i più importanti artisti grafici nella storia del cinema americano

E' scomparso ieri, mercoledì 29 agosto 2018, all'età di 95 anni, Silvano "Nano" Campeggi. Artista di livello internazionale, è stato l'autore dei manifesti di alcuni del film più famosi nella storia del cinema mondiale. Nato a Firenze, aveva ricevuto il Fiorino d'Oro nel 2010.


"Ci ha lasciato Nano Campeggi. Alla famiglia l’abbraccio di tutta la comunità. Un grande artista, geniale e sensibile, che ha portato il nome di Firenze nel mondo con le sue locandine cinematografiche. Lui che ha dipinto tanti diavoli oggi torna tra i suoi angeli. Addio Nano", scrive il sindaco Nardella su Twitter.
 

“Volevo molto bene a ‘Nano’ e avevo per lui una grande stima sia come uomo sia come artista. Del resto Nano è sempre stato riconosciuto e amato da tutti noi fiorentini per la sua genialità, per il suo spirito e per la sua sensibilità umana”, continua Nardella. "È stato un vero e proprio pioniere dei manifesti cinematografici e ha avuto la capacità di trasformare quella che poteva apparire come semplice pubblicità in vera e propria opera d’arte. Ma non dimentichiamo il ‘Nano’ artista a tutto tondo, capace di coniugare la tecnica con la creatività, il cinema con le arti visive in generale”.

 

Nano Campeggi ha lavorato con importanti case cinematografiche degli Stati Uniti, dalla Metro-Goldwyn-Mayer alla MGM, passando per la Warner Brothers, Paramount, Universal, Columbia Pictures, United Artists, RKO, Twentieth Century Fox. Ha realizzato cartelloni per film storici, come Via col Vento, Casablanca, Cantando sotto la pioggia, Un americano a Parigi, West Side Story, La gatta sul tetto che scotta, Vincitori e vinti, Exodus, Colazione da Tiffany.

 

“Ho ancora vivo il ricordo dell’ultima sua grande mostra in Palazzo Vecchio, ultima grande retrospettiva a lui dedicata ‘Tra Divi e Diavoli’, organizzata proprio dal Comune in Sala d’Arme dal 6 dicembre 2017 al 6 gennaio scorso, e della sua gioia immensa per la festa che abbiamo fatto, sempre in Sala d’Arme, il giorno del suo 95esimo compleanno, quando gli abbiamo regalato un Giglio d’Oro come omaggio alla sua lunga carriera nazionale e internazionale. Rivolgo un abbraccio forte a sua moglie Elena e a tutti i suoi familiari - conclude il sindaco Nardella -. Non dimenticheremo mai ‘Nano’ Campeggi, un grande artista, un grande fiorentino”.

 

Silvano Campeggi era anche da anni cittadino di Bagno a Ripoli. Lo ricorda così il Sindaco Francesco Casini: "Grande dolore e commozione e un abbraccio immenso alla moglie Elena e alla sua famiglia. Questo è il mio sentimento, unito alla sensazione di aver avuto un grande onore, un privilegio nell’aver conosciuto un uomo così, di fronte alla scomparsa di Silvano Campeggi. Nano (come lo chiamavano e lo chiameranno un po' tutti nel mondo) è stato uno dei pochi artisti a cavallo tra '900 e terzo millennio a fondare il suo lavoro su una continua ricerca di stimoli per attrarre interesse e curiosità per la sua arte, che ha spaziato dai manifesti per i capolavori del cinema di Hollywood alla storia toscana.

Per la 'sua' Bagno a Ripoli, dove viveva dagli anni '60, ha fatto tanto. Il 4 luglio del 2017, in una bellissima cerimonia all'Oratorio di Santa Caterina, gli avevamo consegnato con piacere, orgoglio ed emozione le 'Chiavi della Città', per ringraziarlo di avere portato il nome di Bagno a Ripoli nel mondo e, nonostante la sua fama che lo aveva portato a lavorare con grandi personaggi del cinema mondiale ad allestire decine e decine di esposizioni delle sue opere, di avere deciso di trascorrere qui la sua vita. Ricordiamo la sua attiva e costante partecipazione alla vita culturale della comunità ripolese, che, nel 2010, gli aveva dedicato la grande mostra del 2010 “Verso Campaldino. dal Pian di Ripoli alla battaglia”, all'Oratorio di Santa Caterina, in cui raccontava da par suo i momenti precedenti alla mischia sanguinosa sotto il Castello di Poppi, ma anche la sempre pronta disponibilità ad organizzare momenti culturali da condividere con i suoi concittadini e i tanti amici. Nano era una persona solare, disponibile e generosa, una presenza che ci mancherà terribilmente. È stato un grande onore, un privilegio conoscerlo ed averlo come concittadino, e soprattutto come amico. Non lo dimenticheremo mai”.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.