Via Canova, Nardella: 'Revocheremo case ai responsabili. Vogliamo chiudere il Poderaccio'

Home Page
11/06/2018

Il Sindaco: 'Il Comune si costituirà parte civile. Invito alla calma'

Il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, è intervenuto in Consiglio Comunale a Firenze sugli eventi di ieri pomeriggio in via Canova, che hanno portato alla morte del 29enne fiorentino.

 

"Con grandissimo dolore inizio questa comunicazione urgente al consiglio comunale. Confermo che alle 12 di oggi si è riunita la commissione medica dell'ospedale di Careggi con la quale è iniziato l'accertamento di morte encefalica di Duccio, il nostro concittadino 29enne che è stato investito ieri durante un inseguimento causato da una lite familiare di due nuclei di nazionalità macedone in via Canova", esordisce il Sindaco.

 

"La dinamica di questa vera e propria tragedia sarà chiarita dalle forze di polizia e dalla magistratura. Le indagini sono ovviamente in corso, quindi non potrò intervenire su aspetti che dovranno essere definiti. Per quanto ci è dato sapere, è che i Carabinieri già ieri, nell'immediatezza del fatto, avevano fermato i responsabili. Al momento due di essi sono in stato di arresto, e provengono dal villaggio del Poderaccio, altri due sono stati denunciati a piede libero. Si tratta di quattro individui di nazionalità macedone residenti da più anni in città. Abbiamo totale fiducia nel lavoro della magistratura, e al tempo stesso ci aspettiamo che ci sia la massima severità nel punire i criminali. Non possiamo ogni volta rassegnarci alla logica della fatalità, qui si tratta di violenza.

Pur in attesa di conoscere l'esito delle indagini, fin da ora ho dato disposizione agli uffici di revocare l'assegnazione di alloggio a coloro che saranno individuati e puniti come responsabili. Inoltre ho già dato mandato di costituire il Comune come parte civile nell'eventuale processo che si dovrà aprire. Esprimo tuttavia dispiacere e sorpresa per il tentativo, da condannare, di usare un fatto così doloroso come occasione di scontro e attacco all'amministrazione da parte di alcune forze politiche. Ora è il tempo dell'abbraccio rispettoso di tutta la comunità fiorentina alla famiglia e agli amici di Duccio. Non voglio esimermi dall'affrontare alcuni interrogativi nati in queste ore".

 

Sul campo del Poderaccio: "Dev'essere chiaro, anche in questo caso, che la nostra posizione è sempre stata quella della chiusura del campo. Non abbiamo mai cambiato idea. Tanto che quest'obiettivo è inserito nel programma di governo del 2014, ed è stato per metà conseguito. In questi anni abbiamo dimezzato le presenze, da 450 a 243 persone, con lo sgombero di 34 persone e la demolizione già effettuata di 30 case. Ho fatto personalmente due sopralluoghi al campo, credo che nessun sindaco abbia messo piede in quel campo prima di me. Altri sopralluoghi sono stati fatti dagli assessori. In questi anni l'amministrazione ha speso 391 mila euro per demolizioni e dismissioni, con le nostre sole forze".

 

"Voglio fare appello al ministro della Giustizia, Bonafede, perché si dia atto alle nostre ripetute denunce per atteggiamenti illeciti che sono stati rilevati al Poderaccio e in altre zone, e si garantisca la massima attenzione a quanto accaduto ieri nella nostra città. I responsabili devono pagare per quanto fatto. Invito voi colleghi e la cittadinanza a mantenere la calma, a sostenere l'attività delle forze dell'ordine e della magistratura, e a partecipare uniti al dolore della famiglia. Richiamo le forze politiche a non avallare iniziative che portino alla violenza e all'odio razziale. Come sindaco, primo cittadino e anche padre di tre figli, sento il peso di una vicenda che ci colpisce fortemente, sento il dovere fortissimo di stare accanto più che mai ai miei cittadini, per avere tranquillità e libertà di vivere la nostra città. Sono disposto a tutto per questo. Ma so allo stesso tempo che la vendetta e la violenza non appartengono al nostro vocabolario".

 


 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.