Patto per Firenze, finanziamenti dello Stato: scuole, videosorveglianza e strutture

Home Page
10/01/2017

Incontro tra il Ministro De Vincenti e Nardella

Pronti a partire gli interventi del Patto per Firenze. Finanziamenti dello Stato sul territorio, ieri il Ministro della coesione territoriale Claudio De Vincenti, in qualità di referente del Governo per il Patto per lo sviluppo per la Città' di Firenze, ha convocato il sindaco di Firenze Dario Nardella per la costituzione del Comitato di indirizzo e di controllo per la gestione del Patto.

 

Durante l'incontro, riporta una nota del Comune, sono stati analizzati i progetti di cui si compone il Patto, individuando gli interventi immediatamente cantierabili e definendo un cronopramma per le attivita' di verifica e monitoraggio del comitato. 

 

Ampiamente soddisfatto il sindaco Nardella: "Tra gli interventi che partiranno nel 2017, oltre a quelli già previsti nei finanziamenti Pon Metro, sono stati concordati con il Ministro gli interventi per la realizzazione del nuovo biennio dell'ISIS a Firenze e l'ampliamento del Polo Scientifico di Empoli (entrambi gli interventi prevedono una contribuzione statale di 6 milioni di euro), l'implementazione del sistema di videosorveglianza della città per 4 milioni di euro, gli interventi sul complesso di Santa Maria Novella per 5 milioni di euro". 

 

Pronti tra l'altro anche i finanziamenti per la Fortezza da Basso per oltre 21 milioni di euro, per i completamenti dei sistemi tramviari per oltre 24 milioni. Si ricorda che nel Patto sono previsti anche i finanziamenti per la pista ciclabile Firenze Prato, per l'infomobilita', le piste ciclabili, gli alloggi per anziani e giovani coppie, ma anche il Museo del Calcio.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.